rocco siffredi e rosa taszi

Dopo 25 anni di matrimonio, Rocco Siffredi e sua moglie Rosa Taszi sono pronti a giurarsi di nuovo amore eterno, come l’ex pornoattore ha rivelato a Novella 2000. Proprio ai microfoni del noto giornale di gossip, Rocco Siffredi ha poi espresso la necessità di dedicare tante attenzioni alla propria partner per intessere una relazione duratura e sopratutto evitare di essere lasciati senza nemmeno riuscire a capirne la ragione.

Le nozze dopo 25 anni di matrimonio

Rocco Siffredi e Rosa Taszi hanno deciso di risposarsi in occasione delle loro nozze d’argento, festeggiate con precisione lo scorso 16 maggio.

Su questa importante decisione si è così espresso il pornoattore: “Sono i venticinque anni del nostro matrimonio: è un grande risultato e abbiamo deciso di festeggiare come si deve. Siccome mia moglie è estremamente romantica, il minimo che posso fare per lei è organizzare una festa strepitosa, con la famiglia, i figli e gli amici di tutta la vita“. Non si tratterà di una festa “pomposa” e in grande stile, come ha spiegato la star: “Praticamente è una cerimonia privata, una festa intima che faremo da noi a Budapest“.

I due coniugi vivono con i 3 figli a Budapest praticamente da tantissimo tempo.

Visualizza questo post su Instagram

Exactly 25 years go I meet my LOVE.. AUGURI AMORE

Un post condiviso da Rocco Siffredi (@roccosiffredi_official) in data:

Le attenzioni amorevoli di Rocco Siffredi per la moglie

Una relazione sentimentale – è risaputo – ha sempre bisogno di vitalità e stimoli, specie quando va avanti da tanto tempo. Rocco Siffredi lo sa bene e sa come conquistare il cuore di sua moglie tutti i giorni. Infatti, durante l’intervista a Novella 2000, commenta con parole dure l’atteggiamento degli uomini che vengono lasciati dalle loro partner senza capirne il motivo e arriva a definire le premure verso la propria compagna più importanti del sesso: “Si dimenticano di dedicarle attenzioni.

Una cosa piccola, più un’altra cosa piccola, diventano due cose. E occupano già spazio. E poi diventano tre. E poi quattro e via dicendo. Alla fine la tua compagna prende il volo e tu non capisci più niente. Le piccole attenzioni non sono importanti: sono importantissime. Sono più importanti dell’atto sessuale in sé“.