bianca guaccero

Bianca Guaccero si è rivelata essere una degna sostituta di Caterina Balivo, nell’ultima stagione di Detto Fatto. A quanto pare a settembre la Guaccero si prepara a tornare in occasione di Miss Italia, stando a quanto informa tv Blogo. Oggi la conduttrice, dopo un anno di fatiche, si concede un po’ di meritato riposo.

Attraverso i social la Guaccero racconta la sua vacanza, documentandola post dopo post. Bianca in costume, in ogni foto, mostra una forma smagliante, ma nonostante tutto, non mancano gli haters pronti a commentare con critiche. Ma lei non si demoralizza e risponde con sicurezza e determinazione.

Il body shaming

I vip sui social sono i più esposti. Ogni passo, per loro può essere un passo falso, anche pubblicare una foto in costume. Come è accaduto alla Guaccero. Bianca infatti mostra un fisico longilineo, con curve del seno gentili e delicate. Secondo molti dei suoi follower Bianca sarebbe troppo dimagrita e i commenti a riguardo cadono a pioggia.

Guadando questa foto in molti hanno commentato. “È vero bianca sei bellissima ma non dimagrire più all’inizio della tua carriera eri una bellissima ragazza con un bellissimo fisico ora sei bellissima uguale ma cerca di metter su qualche chilo un bacione grazia da Lecce” scrive un utente.

Mentre un altro follower si domanda: “E e le tette? In vacanza pure loro?“.

guaccero bianca
Bianca Guaccero

La risposta di Bianca

La Guaccero non si lascia demoralizzare, ma anzi, spiega che il suo fisico non ha subito mutazioni, ma semplicemente lei ha delle forme mediterranee: seno piccolo e fianchi più pronunciati. Risponde in una story, mostrando una foto, questa volta del suo lato B, prova del 9 del fatto che non è poi così magra.

Ho il sedere grande e il seno piccolo… e quindi? Sono felice così! Perché sto bene. Non fuori, ma dentro” scrive. “I cambia nella vita, si perdono i tratti più paffuti della giovinezza e si hanno dei ritmi decisamente diversi. Io mi alleno, mangio molto e non rinuncio a nulla. A volte si critica chi è più in carne e in egual misura chi è più magro. Credo che, se ognuno di noi dichiara di stare bene con se stesso, questo dovrebbe bastare a chi guarda e giudica per provare qualche volta ad accettare la diversità e la felicità altrui“.