patrick-swayze

Il 14 settembre del 2009, Hollywood perdeva prematuramente una delle sue pietre miliari: Patrick Swayze aveva solo 57 anni quando morì in seguito ad un tumore folgorante.

Quest’anno nel primo decennale della sua scomparsa, la Paramount Channel vuole onorare la sua memoria con un docufilm, dal titolo “I Am Patrick Swayze”.

Patrick Swayze, l’uomo dei cult

Icona anni ’90, eclettico, versatile, Patrick Swayze non era solo un attore, era un cantante, un ballerino, un combattente e ovviamente un sex symbol. Fisico scultoreo, ciuffo spettinato e occhi verdi che sapevano sorridere.

Tutti i copioni che ha scelto di aprire sono diventati grandi cult intramontabili.

Dal film romantico Ghost, alla commedia musicale Dirty Dancing, fino agli ultimi anni di Donnie Darko. Nell’arco di una manciata di decenni, Swayze ha regalato al pubblico di Hollywood personaggi memorabili. La sua carriera è stata stroncata improvvisamente da un tumore al pancreas, presto estesosi anche al fegato.

Nel ricordo di Patrick

Le persone che lo hanno incontrato, quelle che hanno lavorato al suo fianco, quelle che sono entrate a far parte della sua vita, offriranno al ricordo di Patrick Swayze una fondamentale testimonianza.

Saranno loro a parlare: volti noti, di artisti come Demi Moore, che con lui ha diviso il set di Ghost, che di Swayze ha detto “Patrick aveva qualcosa in sé di molto tosto, eppure, al contempo, possedeva una delicatezza dolce, leggera“. Anche la moglie Liza Niemi, racconterà il suo Patrick. Lei, da cui non ha avuto figli, ma che dal 1975 è stata al suo fianco fino alla fine. I racconti di queste persone si intrecceranno con spezzoni di vecchie interviste fatte all’attore che sicuramente accenderanno una languida della nostalgia nei suoi fan.

All’uscita di I Am Patrick Swayze manca davvero poco: la data è fissata per il prossimo 18 agosto.