kledi kadiu

Il noto ballerino Kledi Kadiu ha di recente ricevuto un incarico davvero prestigioso. A partire dallo scorso 31 luglio, infatti, il ballerino è stato nominato membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma.

Il curriculum di Kledi Kadiu

L’estate è spesso foriera di belle notizie” – ha scritto Kledi Kadiu sui social, annunciando in questo modo ai suoi followers il suo nuovo incarico. “In questi giorni è stata ufficializzata la mia nomina a membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Accademia Nazionale di Danza di Roma e lincarico, affidatomi dal Ministro dei beni e le attività culturali, mi riempie di gioia e orgoglio”.


Il Ministro per i beni e le attività culturali, infatti, ha deciso di affidare questo importante incarico al ballerino prendendo in considerazione il curriculum di Kledi. E in effetti non gli si può dare torto: Kadiu è entrato giovanissimo all’Accademia Nazionale di Danza di Tirana e dopo il diploma ha fatto parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Tirana. Fin da subito ha rivestito ruoli da solista, mostrando in questo modo le sue qualità di ballerino.

Bisogna però attendere la sua partecipazione a numerosi programmi italiani per permettere di diffondere la sua fama anche nel nostro Paese.

Dopo aver svolto il ruolo di primo ballerino in programmi come Amici di Maria De Filippi, Kledi ha anche dato vita ad una propria scuola di danza nella capitale. Se tutto questo non bastasse, ha anche preso parte a numerose produzioni ed è diventato, nel 2009, testimonial dell’Unicef per il progetto Pigotta e la campagna “Io come tu, mai nemici per la pelle“.

Un impegno davvero importante  che riempie di orgoglio il ballerino, tanto da scrivere tramite sociale che cercherà “di fare un buon lavoro e dedicare a questo nuovo impegno tutta la passione e la dedizione che, da sempre, ho messo nel mio lavoro“.

Rappresentate del MIBAC per la danza

RETTIFICA DEL 9 AGOSTO- Kledi Kadiu ha scritto alla nostra redazione specificando che è stato nominato come rappresentante nominato dal MIBAC per la Fondazione Accademia Nazionale di danza e non come componente del CDA dell’accademia.