auto della polizia

È stata uccisa a coltellate dentro il locale in cui lavorava, il Moulin Rouge di via XX settembre a Reggio Emilia. Vittima una barista 25enne di nazionalità cinese, Hui Zhou, raggiunta da diversi fendenti. Caccia al killer, che si sarebbe dato alla fuga subito dopo la brutale aggressione. Un primo identikit arriva da alcune testimonianze che hanno dato un importante spunto alla ricostruzione della Squadra mobile intervenuta sul posto: l’assassino sarebbe un 50enne straniero.

Barista accoltellata a morte a Reggio Emilia

Il delitto è avvenuto intorno alle 18 dell’8 agosto scorso, all’interno del Moulin Rouge di Reggio Emilia.

Vittima una barista cinese di 25 anni, Hui Zhou, che lavorava nel locale alla periferia della città, in via XX settembre.

Secondo le prime informazioni, il corpo presenterebbe ferite dovute a diverse coltellate, inferte da un killer che avrebbe fatto perdere immediatamente le proprie tracce.

Alcuni testimoni avrebbero fornito importanti elementi alla polizia, utili a ricostruire un sommario identikit che rimanda a uno straniero sulla cinquantina.

Si attende l’analisi dei video

Per imprimere una svolta al giallo, oltre a quanto raccontato da due clienti che avrebbero assistito all’omicidio, potrebbero rivelarsi determinanti i video di alcune telecamere di sicurezza dislocate nella zona dell’ex Foro Boario.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Questura, i sanitari del 118 e la Polizia locale. Stando a quanto emerso finora, l’assassino avrebbe scavalcato il bancone all’improvviso, per poi colpire la ragazza con una decine di coltellate. Il locale risulta gestito dalla madre della 25enne e non è ancora chiaro se la vittima, morta sul colpo, conoscesse il killer.

In queste ore le ricerche sono state estese a tutta la provincia di Reggio Emilia, mentre si indaga nel passato della giovane barista per arrivare a delineare un possibile movente dell’omicidio.