bambina girata di spalle

Un incubo vissuto nel silenzio e nella paura quello di due bambine di Crema. Le piccole sono state vittime di abusi da parte di un 29enne vicino di casa che le aveva minacciate di morte in caso avessero rivelato l’accaduto. L’uomo è stato arrestato lo scorso 9 agosto per ordine del pm, nel suo cellulare sono stati rinvenuti i video degli abusi.

Minacciate di morte

Gli abusi si sono consumati in un’abitazione di Crema, le piccole erano state attirate nell’appartamento dal 29enne con uno stratagemma, in un momento di assenza dei genitori.

Dopo gli abusi le minacciava di morte se avessero raccontato l’accaduto a qualcuno. Le indagini sono partite a febbraio a seguito della denuncia di un genitore di una delle due vittime, una bambina di soli 10 anni

Per la piccola è stata disposta un’audizione protetta su ordine del pm Milda Milli, durante la quale sono emersi dettagli che hanno permesso una prima perquisizione nella casa dell’uomo.

Gli abusi in un video sul telefono

È stata la bambina a raccontare che il 29enne aveva ripreso gli abusi sessuali con il cellulare.

Durante una perquisizione nella sua abitazione, gli agenti della squadra mobile hanno ritrovato il telefono usato e al suo interno i video. Nelle immagine registrate gli abusi sulla seconda vittima, anche lei vicina di casa del 29enne.

Il pm ha richiesto la misura cautelare al Gip, l’uomo ora si trova rinchiuso nella casa circodariale di Cremona.