La signorina Silvani in macchina con Fantozzi

La meravigliosa attrice 80enne Anna Mazzamauro si è raccontata a Pierluigi Diaco nel salotto di Io e te, in prima serata su Rai Uno il 9 agosto scorso. Il pubblico l’ha acclamata affettuosamente e tanti sono stati i ricordi di una brillante carriera nel mondo del cinema e del teatro. Nel raccontare il suo rapporto con Paolo Villaggio, però, l’attrice utilizza parole inaspettate: “Era uno snob spaventoso”.

Un grande talento italiano

Tanti sono stati i momenti di ilarità e commozione durante l’intervista di Anna Mazzamauro. Pierluigi Diaco con maestria e gentilezza l’ ha subito ringraziata per aver accettato l’invito in trasmissione, felice di intervistare una delle più grandi attrici del mondo del cinema, del teatro e della televisione italiana.

Accompagnata da una serie di immagini e video della sua gioventù e delle sue incredibili performance, la Mazzamauro ha parlato di sé con tutta la spontaneità e simpatia che la contraddistinguono.

Sono una drogata di teatro

Se si è atipiche come me, concedimelo non brutta, atipica, in teatro si può vincere. Invece, al cinema, esiste la definizione di prima donna, carattere, anziano, giovane, new entry…” spiega l’attrice.

“Ma l’arte non è una convenzione.”

Amante della riservatezza e sincera come sempre, la Mazzamauro si definisce come diversa, non si fa pagare, è un’accanita lettrice, sa suonare il pianoforte e ama il teatro. “Io sono una drogata di teatro. A volte ti offrono uno spettacolo meraviglioso e non stai a badare se ti pagano o meno perché la gioia di stare in palcoscenico è talmente grande…è il mio mondo, sono io che posso esprimermi ed esprimere quello per cui ho sempre lottato, per cui vabbè, mi paghi un’altra volta”.

Il rapporto con Paolo Villaggio

Anna Mazzamauro è diventata un’icona del cinema italiano grazie al personaggio della signorina Silvani nella saga di Fantozzi. Diaco le legge alcune dichiarazioni dell’attrice al momento della scomparsa di Paolo Villaggio, compagno sul grande schermo per più di 20 anni: “Con Villaggio è morta anche la mia giovinezza e Fantozzi è l’unico uomo che mi abbia mai amato”.

Riferendosi al personaggio, dice di essersi accorta solo adesso dell’importanza di Fantozzi, del senso di rispetto e di grandezza: “Sono stata viziata da questi 20 anni”.

Ma il rapporto personale con Paolo Villaggio non è stato altrettanto semplice come quello professionale.

Villaggio: snob e tirchio

L’attrice, infatti, avrebbe utilizzato parole piuttosto dure nel descrivere il grande artista Villaggio: Se vogliamo trovare un difetto, lo troviamo: era uno snob spaventoso”. La Mazzamauro prosegue raccontando come un giorno avrebbe chiesto al grande Paolo il motivo per cui non fossero amici anche al di fuori del grande schermo e lui avrebbe risposto: “Perché io sono amico soltanto degli attori ricchi e famosi“. Difatti, i due non avrebbero mai pranzato insieme.Forse perché era anche un po’ tirchio” ha scherzosamente concluso Anna.

L’evidente imbarazzo di Diaco ha interrotto la confessione dell’attrice per poi sottolineare quanto il giudizio delle persone dipenda dalla personale esperienza che si ha di loro.