abusi bimbe asilo

La terribile notizia arriva dal Regno Unito, più precisamente da Manchester dove un uomo ha avuto il coraggio di picchiare e sfregiare il viso di un bimbo di appena un anno. L’aggressore si chiama Christopher Noble, ha 38 anni e stava lavorando come baby sitter; oltretutto si trattava di una persona fidata in quanto non era la prima volta che accudiva il bambino. Il motivo di questa indicibile violenza è stato il pianto del piccolino che in quel momento stava accusando forti dolori ai dentini; svegliato di soprassalto e in preda alla rabbia, l’uomo ha pensato bene di sfogarsi sul povero bambino.

La madre pensava ad uno scherzo

L’increscioso episodio è immediatamente balzato agli onori della cronaca. Il giornale Metro ha ricostruito la dinamica dei fatti di quel giorno; stando a quanto riporta il magazine inglese, sembrerebbe che l’uomo, dopo essere stato svegliato dal bambino, abbia contattato direttamente la madre del piccolo. Con un messaggio ha prima minacciato di chiudere in bagno il piccolo perché non lo stava facendo dormire; siccome non smetteva di piangere, avrebbe poi usato violenza sul bambino stesso. La donna, probabilmente incredula di quanto stava ascoltando, ha pensato fosse solo una battuta; tuttavia il giorno dopo, prendendo in braccio suo figlio, ha notato sul viso gli inconfondibili segni di una violenza.

Solo a quel punto la donna ha denunciato il suo babysitter.

Il volto tumefatto del piccolino

Christopher Noble avrebbe dovuto prendersi cura del bimbo in assenza della mamma, ma così non è stato. Anziché proteggerlo è stato la causa di un grande dolore per il piccolo. Quello che ha subito il bimbo non si è trattata di una violenza da poco, infatti il suo volto era completamente sfregiato, presentava grandi lividi sotto gli occhi e molti graffi. Subito dopo la denuncia della donna è arrivato l’intervento delle forze di polizia.

Dopo l’arresto, adesso l’uomo dovrà ora affrontare un processo giudiziario.