Cameriere ucciso immagine di repertorio

A Noisy-le-Grand, un comune francese poco distante da Parigi, un cameriere è stato ucciso lo scorso venerdì, 16 agosto. Sembra che un cliente insoddisfatto dal servizio abbia aperto il fuoco contro il ragazzo. L’assassino è poi scappato ed è ancora in fuga.

Cameriere ucciso perché lento

Molti quotidiani francesi hanno riportato la tragica notizia, tra questi anche LCI. Venerdì scorso, 16 agosto, un cameriere di un ristorante di Noisy-le-Grand è morto a causa di alcuni colpi sparati da un cliente insoddisfatto. Il ragazzo aveva solo 28 anni. La motivazione dell’omicidio sarebbe, secondo quanto emerso dalle prime indagini, che il panino non era stato servito abbastanza velocemente.

Il 28enne è stato colpito alla spalla dal cliente che è poi fuggito.

I soccorsi e le indagini

I soccorsi sono stati immediati, nonostante ciò il giovane cameriere è morto sul posto poco dopo a causa del proiettile conficcatosi nella sua spalla. L’assassino è ancora in fuga, ricercato dagli agenti di polizia di Seine-Saint-Denis, il dipartimento in cui si trova il comune di Noisy-le-Grand. Gli investigatori stanno ancora cercando di ricostruire la dinamica e chiarire quanto accaduto. Intanto, la procura di Bobigny, si legge su LCI, ha aperto un’inchiesta per omicidio. Ha, inoltre, consigliato a tutti gli abitanti e a coloro che dovessero imbattersi nell’assassino di non agire da soli ma di avvertire immediatamente le forze dell’ordine.

Le testimonianze

Louise, un negoziante che possiede un’attività vicino al ristorante, ha detto: “Ho sentito un forte botto, venerdì sera, verso le 21.15. Avevamo già abbassato le saracinesche e stavamo finendo le pulizie prima di andare a casa. Dopo pochi minuti, quando siamo usciti dal negozio, abbiamo visto molte ambulanze“, la sua testimonianza è riportata su Le Parisien. Lo stesso commerciante ha poi aggiunto: “Questo ristorante era stato appena aperto, tre o quattro mesi fa. Ordiniamo regolarmente da mangiare lì, i dipendenti sono molto simpatici“.

Un residente del quartiere è della stessa opinione: “Sono molto carini e di tanto in tanto andiamo a prendere una pizza da loro per portarla a casa“.
Altri abitanti hanno, invece, voluto sottolineare il degrado del quartiere: “Si vedono sempre più spesso in giro persone alcolizzate e drogate“.