primo piano di massimo giletti

Giletti dentro, Giletti fuori. Questo il leitmotiv che per lungo tempo ha riempito col suo eco i corridoi di Viale Mazzini. Eppure sembra che la rottura sia sempre più acuta e che Massimo Giletti, ora una punta della squadra di La7, non abbia intenzione – mai meno di ora – di indossare i vestiti da figliol prodigo tornando indietro, tra le braccia di mamma Rai.

Massimo Giletti sempre più lontano dalla Rai

Ci sarà mai una nuova occasione per Massimo Giletti e la Rai? Il futuro si sa, è imprevedibile ma il presente sembra essere abbastanza certo e la risposta è “no”, per il momento, non ci sarà alcun dietrofront.

Anzi, mai quanto ora Giletti è convinto della propria decisione e continua felicemente il proprio lavoro a La7, sempre al timone della sua Non è l’Arena. Intervistato da Chi, il giornalista e conduttore televisivo ha infatti voluto affrontare l’ostica domanda e svelare le sorti del suo futuro che al momento lo vedono ancora molto lontano da Viale Mazzini.

Rifiutate le offerte, il futuro è ancora a La7

Le offerte da parte della Rai pare ci siano state ma evidentemente non sembra fossero abbastanza soddisfacenti.

A dire il vero, al di là delle proposte, sembra che a far titubare il giornalista sia stato ancora il clima, problema mondiale come si sa, ma soprattutto personale. Il clima che si respira in casa Rai sembra non essere ancora adatto a far vivere serenamente Giletti che continua fiero la sua collaborazione con Urbano Cairo. “Ho percepito una situazione precaria – ha dichiarato Giletti in riferimento alla Rai – Non c’erano certezze e ancora meno ce ne saranno alla luce dell’autunno che sta per arrivare“.

Manca “novità”? Così continua poi, sempre Giletti a Chi: “Per fortuna ci sono uomini e donne che vogliono imprimere una nuova marcia, spero lo possano fare“.