muso di un labrador beige

Si chiama Henry, ha quasi 8 anni, è molto abitudinario, ama la libertà e le coccole che i cittadini di Bari gli riservano ogni giorno. È diventato celebre grazie a una pagina Facebook tutta sua e il web segue le sue avventure con molta curiosità. La storia di questo gigante buono, dal manto bianco e gli occhi profondi ha dell’incredibile: soprattutto quando si riflette sugli abbandoni e maltrattamenti di cui i nostri amici a quattro zampe sono spesso vittime. Esempio di come non si può fare di tutta l’erba un fascio: Henry è accudito da più di 700 padroni.

Henry il cane di quartiere

Così è stato soprannominato il tenero meticcio di pastore maremmano che a dicembre compirà 8 anni: Henry il cane di quartiere.

Si perché da sempre è solito passeggiare tra la Pineta e il Lido San Francesco o il nuovo lungomare di Bari, trovando ristoro e coccole da chiunque incroci il suo cammino.

I residenti dei rioni di Fesca, San Girolamo, San Cataldo e Villaggio Trieste sono i suoi angeli custodi e non lo perdono mai di vista. Una veterinaria lo cura gratuitamente, i proprietari del bar dove è solito recarsi lo nutrono e lo abbeverano. Altri lo hanno registrato all’Asl e si occupano della toelettatura.

Una dimostrazione di amore verso il prossimo che merita di essere divulgata e condivisa.

Una celebrità sul web

Henry è diventato una star del web grazie ai numerosi padroni che gli hanno dedicato un gruppo social tutto suo: su Facebook sono tanti i post e le foto che gli oltre 700 membri caricano per monitorare i suoi costanti ma abitudinari spostamenti.

I baresi lo amano e lo sostengono provvedendo ad ogni sua necessità in comune accordo. Nel 2018 sono stati, infatti, raccolti circa 1000 euro per intervenire con la castrazione e l’inserimento del microchip.

Ora l’impegno economico sarà dedicato a regalare ad Henry una nuova cuccia termica per l’inverno.