scogli e mare

Aveva un ultimo desiderio da esaudire prima di dire addio al mondo: vedere il mare che amava tanto. Protagonista un 12enne austriaco che i genitori hanno aiutato nel coronare questo sogno: lo hanno portato a Bibione per farlo felice e il suo cuore si è fermato proprio lì. Lo riporta La Nuova Venezia, che ha raccontato la struggente storia del piccolo, dalla nascita in lotta contro una terribile malattia.

Chiede di vedere il mare e muore

Era gravemente malato fin dalla nascita, e sapeva che aveva poco tempo per vivere. Gli erano rimasti pochi giorni e aveva espresso un solo desiderio: vedere il mare per l’ultima volta.

Così, straziati dal dolore ma determinati nell’idea di accontentarlo, i genitori del ragazzino austriaco si sono diretti a Bibione e hanno trasformato il suo sogno in realtà. Poco dopo, però, il piccolo è morto dopo aver combattuto una battaglia senza sconti.

Stando a quanto riportato da La Nuova Venezia, la famiglia si trovava in vacanza in Italia proprio per far felice il 12enne, originario di Klagenfurt.

L’ultimo viaggio a Bibione

La meta scelta per regalargli qualche attimo di felicità è Bibione, nota località turistica dove sono presenti servizi per disabili in spiaggia.

La famiglia aveva raggiunto il Veneto da pochi giorni, quando si è consumato il dramma per il piccolo.

Il decesso del ragazzino sarebbe avvenuto intorno alle 17 del 23 agosto scorso, in una giornata apparentemente uguale alle altre. Fatale un arresto cardiaco che non gli ha dato scampo: il piccolo si è spento in seguito a un malore nell’appartamento che i suoi genitori avevano scelto come nido delle loro vacanze.

A nulla è valso l’intervento del Suem 118, seppur tempestivo: tutti i tentativi di rianimazione si sono rivelati inutili a salvargli la vita.

Nelle ore successive è arrivato il nulla osta per il trasferimento della salma in Austria.