gambe di ragazza in spiaggia

Melina Caputo aveva 17 anni ed è morta folgorata, sotto gli occhi dei parenti, durante una vacanza in famiglia. La giovane si trovava a Punta Cana, località balneare della Repubblica Dominicana, quando un dramma sconcertante ha spezzato la sua vita, accendendo una serie di interrogativi sulla dinamica e sulla sicurezza dell’area. Secondo quanto emerso, avrebbe calpestato un filo elettrico scoperto mentre saliva una rampa di scale in metallo a piedi nudi, diretta verso l’hotel in cui avrebbe dovuto far rientro con i nonni e i fratelli. Sul caso è stata aperta un’inchiesta.

17enne folgorata in spiaggia

La tragedia che ha colpito la 17enne Melina Caputo, argentina originaria di San Juan, ha ancora tante domande senza risposta. Su tutte ne spicca una: come è stato possibile?

La ragazza è morta folgorata per aver calpestato un filo elettrico mentre, a piedi nudi, dalla spiaggia tornava all’hotel che la ospitava con la sua famiglia, nella località caraibica di Punta Cana. Insieme a lei i nonni e i fratelli, che avrebbero assistito impotenti al dramma.

Secondo fonti locali, la scarica fatale sarebbe arrivata mentre la giovane saliva una rampa di scale in metallo per arrivare alla struttura in cui alloggiava.

A nulla sono valsi i numerosi tentativi di rianimazione condotti dal personale sanitario giunto sul posto. Era il suo ultimo giorno di vacanza.

Autopsia sul corpo di Melina Caputo

Il corpo di Melina Caputo è stato posto sotto sequestro in attesa dell’esame autoptico, ma dai primi accertamenti è emerso che il decesso sarebbe avvenuto in seguito a un’insufficienza cardiorespiratoria. Si indaga a tutto campo sulla dinamica, che potrebbe anche restituire agli inquirenti la fotografia di eventuali responsabilità.

L’incidente è avvenuto nell’area dell’hotel Be Live Collection Canoa, dove la vittima si trovava da alcuni giorni, e sotto accusa potrebbe finire il cablaggio che alimenta le luci notturne sul molo, oltre che uno stand con frigoriferi e altre apparecchiature per l’intrattenimento dei turisti.