Kylie Rae Harris

Kylie Rae Harris è morta a soli 30 anni a causa di un incidente d’auto. Era considerata un astro nascente della musica country americana, la sua vita è terminata su una strada, mentre era diretta a un concerto. La cantante lascia una figlia di 6 anni.

L’incidente stradale

La sera di mercoledì 4 settembre Kylie Rae Harris si stava dirigendo a un festival, il Big Barn Dance di Taos, in New Mexico. Su quella strada è avvenuto l’incidente a cui non è sopravvissuta. Uno scontro tra tre auto, in cui ha perso la vita anche un’altra ragazza che si trovava alla guida di un’altra auto, aveva solo 16 anni.

L’uomo alla guida della terza vettura è invece sopravvissuto: sarebbe lui il responsabile dell’incidente, perché stando a quanto riportato dai media, guidava probabilmente in stato di ebbrezza. Dopo l’incidente è scappato.

Nell’ultimo messaggio su Twitter lasciato dalla cantate la paura di finire il carburante: “Abbiamo 46 miglia di autonomia, e la stazione di benzina più vicina è a 36“.

L’ultimo racconto

Sono appena arrivata a Taos per suonare a un festival. Amo questo festival, ma per quelli di voi che non ne sono al corrente: i miei nonni vivevano qui, mio zio ci vive ancora, ma tutti quelli che conoscevo qui sono morti, compreso mio padre – ed escluso mio zio“, è lei stessa a raccontarlo durante a sua ultima Storia su Instagram.

Un destino terribile per la famiglia: “Sto guidando da 12 ore, potreste credere che sia stancante e noioso, ma le ultime 2 ore, viaggiando per queste montagne, ricordandomi di quanto, da piccola, passavo per questi posti seduta nel sedile posteriore dell’auto con mio padre, ho capito che non c’è posto migliore di questo“.