Cronaca

Venezia, Luca Marinelli è il miglior attore: le emozionanti parole

I giovani attori italiani della nuova generazione sono il vanto e l'orgoglio del Paese, sono belli, bravi e impegnati nel sociale, e, succede, alle volte, che con i loro discorsi commuovano il pubblico e i loro fan
Luca Marinelli alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia

Alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia ha trionfato l’Italia con Luca Marinelli. L’attore ha vinto la Coppa Volpi, come protagonista maschile, per la sua interpretazione di Martin Eden, l’adattamento di Jack London fatto dal regista Pietro Marcello. Il Leone d’oro per il miglior film è andato, invece, a Joker di Todd Phillips.

Il discorso di Luca Marinelli

L’attore 34enne romano Luca Marinelli ha vinto la Coppa Volpi per il miglior attore alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia.

Il premio gli è stato consegnato da Paolo Virzì per Martin Eden, l’adattamento di Jack London fatto dal regista Pietro Marcello. Attualmente Marinelli è uno dei migliori attori italiani e vanta all’attivo diversi film tra i quali Non essere cattivo, Lo chiamavano Jeeg Robot, Principe Libero. Il suo discorso durante la cerimonia è stato a tratti ironico, a tratti toccante: “Giuro che non sarò breve“, ha esordito Marinelli, poi ha continuato: “Ringrazio il festival e la giuria è un’emozione gigantesca ricevere questo premio da voi, prima che vi rendiate conto dell’errore.

Grazie, merci, arigato“.

Dopo aver ringraziato i giurati nelle loro lingue è passato ai ringraziamenti per chi ha realizzato il film: “Grazie al mio regista per la sua onestà e coraggio, mi ha dato fiducia e mi ha regalato questa avventura, tutto il cast e la troupe, Napoli che si è donata corpo e immagine a questo film“. Inoltre: “Vorrei ringraziare fratelli, sorelle, maestri e maestre e poi vorrei ringraziare mia moglie e i miei due figli che accarezzano la mia anima con i loro sorrisi“.

L’attore ha concluso dicendo: “Ho questo premio tra le mani grazie a Jack London che ha creato questo meraviglioso marinaio in cerca della verità“.

Con le sue parole finali ha commosso tutto il pubblico presente: “Per questo vorrei dedicare questo premio a tutte le persone splendide che sono in mare a salvare altri esseri umani che fuggono da situazioni inimmaginabili e per evitare che facciamo figure pessime con noi stessi e con il mondo. Viva l’umanità e viva l’amore“. La compagna di Marinelli, l’attrice tedesca Alissa Jung, ha pubblicato su Instagram la parte finale del discorso:

Anche la vincitrice femminile della Coppa Volpi emoziona

Lo stesso premio vinto da Luca Marinelli, in versione femminile, è andato ad Ariane Ascaride.

L’attrice francese è stata premiata per la sua interpretazione nel film Gloria Mundi di Robert Guédiguian. Anche il suo discorso è stato toccante: “Io sono nipote di migranti italiani che per fuggire la miseria sono arrivati a Marsiglia“. “Questo premio mi dà la possibilità di ritrovare le mie radici. Io ho una ricchezza incredibile: sono figlia di stranieri ma sono francese. È importante avere più culture“, ha detto ancora Ariane Ascaride, che ha concluso: “Questo premio lo dedico a chi dorme per l’eternità nel fondo del Mediterraneo“.

Gli altri premi alla Mostra del Cinema di Venezia

Tanti i premi vinti da altri splendidi film.

Innanzitutto il Leone d’oro andato a Joker di Todd Phillips. Il personaggio dei fumetti reinterpretato dal regista, ma reso più realistico e doloroso dall’interpretazione di Joaquin Phoenix. Poi il Gran premio della giuria conferito a J’accuse – L’ufficiale e la spia di Roman Polanski, consegnato alla moglie del regista Emmanuelle Seigner. Il Leone d’argento per la miglior regia a Roy Andersson per il film Om Det Oändliga (About Endlessness).

Ancora, il Premio speciale della giuria al film di Franco Maresco La mafia non è più quella di una volta.

La pellicola prova a fare il punto sull’antimafia a Palermo a 25 anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, mettendo a confronto due personaggi: la fotografa Letizia Battaglia e il bizzarro organizzatore di feste di piazza Ciccio Mira. Il Premio per la migliore sceneggiatura è andato al film animato Ji Yuan Tai Qi Hao di Yonfan. Il Premio Marcello Mastroianni a Toby Wallace, giovane attore emergente, per il film Babyteeth di Shannon Murphy. Infine, il Leone del futuro, Premio Venezia Opera Prima, al film You Will Die At 20, di Amjad Abu Alala.

Immagine in evidenza: Luca Marinelli alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia

Potrebbe interessarti