Cronaca

Roma, bimbi picchiati e insultati in asilo: suora finisce ai domiciliari

Una suora è finita ai domiciliari con l'accusa di aver maltrattato i bimbi dell'asilo privato di Roma gestito dalle suore francescane angeline
suora immagine di repertorio

Una suora che operava all’interno di un asilo privato di Roma gestito dalle francescane angeline è finita agli arresti domiciliari per maltrattamenti aggravati sui minori. Dopo la denuncia delle famiglie di 3 bambini, le indagini degli inquirenti avrebbero fatto emergere un quadro di gravi maltrattamenti: bambini di appena 4 o 5 anni strattonati, insultati e anche picchiati. Al momento risulta sotto indagine anche un’altra suora e due educatrici.

Le indagini partite dopo l’allarme lanciato da 3 famiglie

A lanciare l’allarme su quanto accadeva tra le mura dell’asilo privato gestito dalle suore francescane angeline sembra siano state le famiglie di 3 bambini che lo frequentavano.

Infatti, sembra che i genitori avessero notato nei piccoli comportamenti inusuali e dei cambiamenti nei loro caratteri.

Questi strani atteggiamenti avrebbero sollevato preoccupazione nei genitori che avrebbero così deciso di rivolgersi alla polizia. Oltre alle indagini del caso, in accordo con la Procura, in particolare con il pool antiviolenza, gli agenti hanno raccolto numerose intercettazioni ambientali e video che hanno immortalato i maltrattamenti che avevano luogo all’interno dell’asilo privato, come riporta il Corriere della sera.

Pare che la suora finita ai domiciliari si accanisse soprattutto contro i piccoli più vivaci e, in particolare, sembra che i maltrattamenti avessero luogo anche se i bambini semplicemente non finivano di mangiare quello che veniva servito.

Ai domiciliari una suora e altri 3 indagati

Ieri pomeriggio, gli agenti hanno notificato a una suora che operava all’interno di un asilo privato gestito dalle suore francescane angeline a Roma un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari.

La religiosa è accusata di maltrattamenti aggravati sui minori e si trova adesso reclusa ai domiciliari in un’altra struttura.

La stessa accusa è contestata anche ad una consorella che si trova sotto indagine insieme ad altre 2 educatrici. In particolare, queste ultime non avrebbero difeso né rivelato nulla dei maltrattamenti subiti dai bambini all’interno dell’asilo per salvaguardare il proprio posto di lavoro.

Potrebbe interessarti