asteroide sorvola la terra

Secondo una recente ricerca, l’estinzione dei dinosauri non sarebbe da imputare esclusivamente all’impatto della Terra con un asteroide. Infatti, non tutti sarebbero morti a seguito dell’impatto ma a causa di una gigantesca reazione a catena generata dallo stesso.

Molti dinosauri morti bruciati nell’impatto

Sulla rivista Pnas della National Accademy of Sciences è apparsa una interessante ricerca dal titolo “Il primo giorno del Cenozoico”, pubblicata dall’Università del Texas. Questa studia e approfondisce quello che sarebbe successo a seguito dell’impatto dell’asteroide che ha portato all’estinzione dei dinosauri e di gran parte della fauna e flora del nostro Pianeta.

Poco dopo l’impatto a Chicxulub, nello Yucatan, sulla Terra si sono verificati fenomeni morfologici e atmosferici violenti come tsunami, incendi, nubi tossiche di zolfo.

Questo scenario si è potuto ricostruire attraverso carotaggi scavati tra i 500 e 1300 metri profondità proprio nella zona del cratere.

Da questa ricerca, è emerso dunque che si la gran parte dei dinosauri morì subito bruciata, ma non tutti, gli altri sono scomparsi lentamente in seguito ai vari cataclismi. Basti pensare che solo la collisione ha avuto una potenza di 10 miliardi di bombe atomiche, spaccando e fondendo la roccia che poi è ricaduta al suolo, depositandosi e dando vita a onde gigantesche.

 

Dopo l’impatto, un inverno glaciale

Sean P.S. Gulick, fra i coordinatori della perforazione condotta nel 2016, coordinata dal consorzio internazionale Chicxulub Scientific Drilling Project (Csdp) ha condotto uno studio, evidenziando un aspetto molto importante. Infatti, l’impatto dell’asteroide avrebbe letteralmente polverizzato miniere di zolfo. Questo ha provocato il rovesciamento nell’atmosfera del gas arrivando persino ad oscurare i raggi del sole.

Un vero e proprio shock climatico, che ha portato ad un inverno improvviso che a sua volta ha dato il colpo di grazia ai pochi dinosauri sopravvissuti. L’analisi della perforazione condotta sotto al cratere è stata quindi rilevante. Insomma, ad uccidere i dinosauri sarebbe stata una gigantesca reazione a catena.

Gulick, a questo proposito, ha dichiarato: “È un esteso registro di eventi che siamo riusciti a recuperare all’interno del ground zero. Il campione ci racconta cosa è successo dopo l’impatto, come fosse un testimone oculare”.