TV e Spettacolo

Lory Del Santo crolla di fronte al ricordo del figlio Loren

La regista, a distanza di un anno, ha voluto spiegare il dolore della perdita, ma soprattutto ha voluto raccontare il modo in cui lo ha superato
lory del santo

È trascorso un anno dalla tragedia indicibile che ha colpito la regista, attrice e showgril Lory Del Santo. Loren, il figlio dell’ex vincitrice dell’Isola dei Famosi, si tolse la vita lo scorso agosto, in seguito ad una difficile patologia con cui conviveva da anni.

La regista torna a parlarne, nel salotto di Federica Panicucci, ospite al contenitore televisivo giornaliero di Mattino 5. L’emozione straziante è così forte e vivida, che Lory stavolta crolla e non riesce a trattenere le lacrime davanti a quel ricordo. I dolori sono stati tanti nella sua vita, anche la perdita del figlio Conor, nato dall’unione con Eric Clapton e morto a 5 anni, l’ha profondamente segnata.

Ma Lory non vuole lasciare che le cose brutte della sua vita offuschino quelle belle, per questo ha deciso di puntare su queste ultime.

Un dolore inumano

Confidandosi con la Panicucci, la Del Santo pone l’accento sul fatto che la perdita di un figlio suicida è un dolore impossibile da sopportare per qualsiasi genitore, un dolore inumano. Troppo facile abbandonarsi al senso di colpa.

Quando a un genitore accadono cose del genere non fa altro che incolparsi, che ripetersi che è stata tutta colpa sua ed è sbagliato” ha dichiarato Lory a Mattino 5.

Ovviamente anche lei si è posta in esame e ha infine tratto le sue conclusioni.Io ho cercato di fare tutto bene, io sono felice“. La tristezza non l’abbandonerà mai, ma l’attrice ce la sta mettendo tutta per trovare la forza di andare avanti.

Gli affetti più cari

La ragione per cui Lory Del Santo ha deciso di combattere il dolore di questa perdita sono i suoi affetti più cari. Per le persone che le sono accanto, come Devin, l’altro figlio, e Marco, il fidanzato lei è ancora un pilastro fondamentale e verso di loro sente di avere delle responsabilità.

Dicono che il dolore fortifica, ma non è vero. Siamo pieni di responsabilità verso chi ci circonda” ha proseguito la regista. “Nella mia vita ho amato e sono stata amata. Ho avuto tante cose belle, non posso dimenticarle ed essere in preda al dolore“.

Potrebbe interessarti