Cronaca

Pozzo d’Adda, strangola la compagna 26enne, poi tenta il suicidio

Una donna di 26 anni è stata trovata senza vita nella sua abitazione a Pozzo d'Adda: a ucciderla sarebbe stato il compagno che avrebbe poi tentato il suicidio
volante dei carabinieri

A Pozzo d’Adda, in provincia di Milano, i carabinieri hanno trovato il corpo senza vita di una donna di 26 anni, nella sua abitazione, accanto a quello di un uomo agonizzante che avrebbe tentato di uccidersi conficcandosi un coltello nel petto. I carabinieri indagano per omicidio e tentato suicidio.

L’allarme lanciato dalla ex moglie dell’uomo

Stando a quanto riporta Affari Italiani, a lanciare l’allarme sarebbe stata l’ex moglie dell’uomo che avrebbe allertato i carabinieri dopo aver ricevuto una telefonata dall’ex marito. L’uomo le avrebbe rivelato di aver ucciso la sua compagna.

La telefonata dell’ex moglie dell’uomo ai carabinieri sarebbe avvenuta intorno alle 4,30 del mattino, come riferisce Repubblica.

La donna trovata esanime sarebbe stata soffocata dal suo compagno che avrebbe poi tentato di togliersi la vita conficcandosi un coltello nel petto, stando alle prime ricostruzioni dei militari dell’Arma. Sembra che entrambi siano stati trovati dai carabinieri all’interno dell’abitazione della donna di 26 anni uccisa.

La vittima sarebbe originaria della Costa d’Avorio.

Accertamenti ancora in corso

I carabinieri indagano per omicidio e tentato suicidio. Sarebbero ancora in corso tutti gli accertamenti del caso.

La terribile tragedia avrebbe avuto luogo stamane all’alba. Pare che l’uomo sia stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Bergamo, mentre per la donna non c’è stato nulla da fare, era già deceduta.

Potrebbe interessarti