uomo con pistola in mano

Avrebbe dovuto essere una serata tranquilla da condividere con gli amici, invece per una donna di 78 anni si è trasformata in un incubo. Nella serata di mercoledì è rimasta vittima di un rapina in casa. La donna ha assistito impotente all’irruzione in casa sua, un cascinale dell’Oltrepò Pavese, di un gruppo di 5 persone che l’hanno rapinata.

Ferito anche il domestico della proprietaria dell’abitazione il quale, nel tentativo di fermare i ladri, è stato malmenato.

Rapina in un cascinale

Secondo quanto raccontato dalla proprietaria del cascinale sito a Verrua Po, Oltrepò Pavese, il gruppo di uomini è entrato in casa sua intorno alle 22 mettendo a soqquadro l’abitazione e terrorizzando i presenti.

I ladri cercavano soldi e gioielli; la donna ha detto loro dove trovarli, un volta recuperata la refurtiva sono scappati a piedi. Immediata la chiamata ai soccorsi, sul posto sono giunti i carabineri che hanno avviato le indagini.

Prognosi di 20 giorni per il domestico

In casa con la donna c’erano un gruppo di ospiti e il domestico, che tra tutti è quello che ha avuto la peggio.

Per l’uomo i medici hanno stabilito una prognosi di 20 giorni in quanto ha riportato una frattura. Secondo quanto ricostruito sulla base della testimonianza dell’uomo, i ladri sono entrati da una porta secondaria, trovandoseli davanti il domestico ha provato a fermarli avendo la peggio. L’uomo è stato malmenato, colpito a schiaffi e calci, riportando persino una frattura ad un dito della mano.

Annientato l’ostacolo si sono poi diretti verso la zona in cui si trovava la donna, minacciando i presenti con una pistola. I carabinieri sono ora al lavoro per capire l’identità degli uomini componenti della banda di rapinatori.

Gli elementi per identificarli sono pochi, dato che tutti indossavano il passamontagna. Al momento il bottino raccimolato dalla rapina nel cascinale non è stato quantificato.