Platinette

Maurizio Coruzzi, in arte Platinette, è stato l’ospite a sorpresa durante la prima puntata del 14 settembre di Italia sì, il talk show condotto da Marco Liorni e trasmesso ogni sabato su Rai 1. Platinette ha sconvolto il pubblico che seguiva il programma in studio e a casa: nessuno si aspettava un simile discorso, rilasciato così apertamente. Mauro, 64 anni, afferma di aver chiesto allo staff di Italia sì un breve spazio in trasmissione per poter parlare delle sue condizioni di salute. “In tutti questi anni, un rumore sordo dentro di me: il mangiare compulsivo senza averne bisogno”, dichiara Coruzzi.

Una patologia vera

Mauro non ha certo bisogno di presentazioni. È un volto noto dello spettacolo italiano, attivo fin dagli anni ’70 in radio e televisione. È salito alla ribalta negli anni ’90 partecipando al Maurizio Costanzo Show, durante il quale indossava sempre abiti sgargianti e parrucche color platino (da qui, il suo nome d’arte). Lui stesso ricorda, parlando agli spettatori di Italia sì: “45 anni come autore e conduttore radiotelevisivo, festeggiati quest’anno. Una vita piena di impegni”. Impegni dai quali, tuttavia, sembra volersi ritirare (almeno momentaneamente e in parte), per dedicarsi appieno al suo benessere.

Confessione a cuore aperto

Il disturbo da alimentazione incontrollata è generalmente noto come Binge Eating Desorder (BED), e consiste nell’assimilazione di grandi quantitativi di cibo, spesso ingeriti molto più velocemente del normale. Platinette lo descrive come “un male che andava estirpato”. Non potendo più accettare lavori a lungo termine a causa del suo stato di salute, aveva confermato la sua assenza dalle puntate in onda quest’anno di Italia sì, programma al quale aveva partecipato come membro del cast per la stagione 2018.

Era un anno difficile, durante le ultime puntate trascinavo una gamba e non volevo farmi vedere da nessuno“. Mauro ha ora iniziato un severo regime di alimentazione, grazie al quale spera di riprendere al più presto la sua carriera.