Rosanna Lambertucci a Verissimo

Un gradito ritorno sulla scena televisiva va in scena a Verissimo, nel salotto di Silvia Toffanin: si tratta di Rosanna Lambertucci. La conduttrice è stata una celebre presenza su Rai 2 negli anni 80/90 con la sua trasmissione Più sani e più belli e a Verissimo ripercorre le tappe più importanti della sua carriera e della sua vita.

Non dobbiamo lamentarci di stare bene

La conduttrice Rosanna Lambertucci è una delle tante ospiti della puntata di questo pomeriggio di Verissimo, su Canale 5. Ospite di Silvia Toffanin la celebre icona di Rai 2 degli anni 80/90 si racconta in un’intervista che ha toccato soprattutto la sfera privata.

La vita della conduttrice è stata caratterizzata da grandissime sofferenze in ambito familiare, fra cui la malattia del marito Alberto Amodei, poi scomparso nel 2014. La testimonianza della conduttrice è toccante: “Ho avuto una vita forse troppo piena di doloiri, ma questi dolori ti danno tanto perché ti fanno capire tante cose. Quando usciamo dal letto la mattina e vediamo, camminiamo, sentiamo, siamo dei privilegiati. Non dobbiamo lamentarci di stare bene, dobbiamo sentirci dei grandi miracolati“.

Il ricordo del marito Alberto

Il racconto di Rosanna Lambertucci prosegue sulla scia delle emozioni e delle rivelazioni. La conduttrice continua a ripercorrere con la mente i numerosi momenti bui della sua vita ma ad oggi il suo grande amore è la figlia Angelica, giornalista, che le ha anche regalato una splendida nipotina. E sul lavoro dichiara: “Sono sempre più contenta di aver scelto questo lavoro finché il Signore mi dà la possibilità di scrivere e stare in televisione. Il mio programma mi ha dato tanto e ho rinunciato a qualcosa a cui ero tanto legata.

Poi quando stavo per iniziare a lavorare per Rai 1, mio marito Alberto si è ammalato. Ho capito che non c’era più il senso di dovere del lavoro, dovevo stare accanto a lui, me lo sentivo“.