Ambulanza

Paura per una 16enne che a Monza si è lanciata da un’auto in corsa, probabilmente al culmine di un litigio. I fatti si sono svolti nel pomeriggio di domenica 29 settembre, in viale Fermi, e secondo una prima ricostruzione la minorenne, che sarebbe originaria di Roncello, avrebbe compiuto il gesto perché non voleva tornare a casa. A bordo del veicolo si trovavano anche il fidanzato 17enne e la madre di lui.

16enne si lancia dall’auto in corsa

La ragazza di 16 anni protagonista della singolare vicenda sarebbe originaria di Roncello e, secondo quanto riportato dal quotidiano Monza Brianza News, avrebbe agito al culmine di un litigio per questioni familiari.

Viaggiava a bordo dell’auto guidata dalla madre del suo fidanzato 17enne – presente anche lui – quando ha aperto la portiera per lanciarsi mentre il veicolo era in marcia lungo viale Fermi.

L’episodio è accaduto intorno alle 17.30 del 29 settembre scorso e ha richiesto l’immediato intervento di un’ambulanza. Trasferita in codice giallo al San Gerardo, la minorenne è stata ricoverata ma non correrebbe pericolo di vita.

La ricostruzione dei fatti

Secondo quanto ricostruito da Polizia locale e carabinieri, la giovane, seduta sul sedile posteriore, si sarebbe gettata dal mezzo in corsa perché non intendeva tornare a casa.

Stando alle informazioni riportate da MBNews, la 16enne si sarebbe opposta a causa di alcuni dissidi familiari per i quali, nei giorni precedenti, avrebbe trovato ospitalità proprio a casa del ragazzo.

Quest’ultimo, insieme a sua madre, avrebbero tentato invano di convincerla a riunirsi alla famiglia, fino all’epilogo. È emerso che la lite sarebbe iniziata in viale Lombardia, ben prima che i 3 salissero sull’auto, e il tenore del confronto avrebbe richiesto l’intervento dei carabinieri.

Sedato quel primo focolaio di tensioni, si sarebbero messi in viaggio per riportare la minorenne dai genitori, in Brianza, e sarebbe proprio questo il motivo che avrebbe scatenato la reazione della ragazza.