Pierluigi Diaco a Domenica In

Chi è davvero Pierluigi Diaco? Ha cercato di raccontarlo lui stesso a Domenica In, ospite del salotto domenicale di Mara Venier, con la quale ha un rapporto speciale. Una grave perdita che ha segnato la sua infanzia, una madre che non ha mai mollato, un amore arrivato al momento giusto e il tenero ricordo dell’intramontabile Enzo Biagi, che Diaco ha voluto condividere.

Il rapporto con Mara Venier

Tra Pierluigi Diaco e Mara Venier c’è un legame speciale che buca lo schermo. La loro amicizia, racconta lo stesso conduttore, è una di quelle rare che nascono in un ambiente come quello della televisione.

Come lui stesso racconta: “Nel mondo dello spettacolo, dove spesso si definiscono rapporti effimeri, con Mara c’è stato un rapporto diverso. Nei momenti difficili lei c’era”.

Anche Io e Te, programma di punta dell’estate televisiva Rai, racconta Diaco, è stato tutto merito dei consigli sotto banco della zia: “Dopo la prima puntata ho subito chiamato Mara- ha detto in studio- e lei per prima cosa mi ha detto che dovevo stravolgere la scaletta”.

Il commosso ricordo di Enzo Biagi

Nel ripercorrere la sua vita, Pierluigi Diaco, complice anche lo zampino della zia, ha ricordato l’intramontabile Enzo Biagi.

Mi chiese di andare ospite nella sua trasmissione, Rotocalco Televisivo, per andare in onda in un programma dedicato ai giovani, sono corso solo per conoscerlo”.

Nel ricordare quel giorno, Pierluigi Diaco ha detto di essere rimasto stupito di non trovarsi in studio, bensì a casa sua. Ai tempi Biagi già non stava molto bene e la RAI aveva allestito lo studio in casa sua. Mi sono ritrovato a mangiare la minestrina con lui e la figlia.

Ho di lui questo ricordo di un uomo tenero che ha saputo regalare le sue attenzioni ad un ragazzo giovane”. Diaco ricorda che durante la cena si era confidato con il giornalista e lui semplicemente lo ha ascoltato dandogli dei consigli in quello che era un periodo difficile.

Il rapporto con Alessio

Quando Diaco ha fatto il suo coming out, i rapporti con la madre si sono fatti difficili. Eppure, come lui stesso afferma, dopo una lotta con se stesso e con un mondo interiori fatto di sentimenti contrastanti ha trovato qualcosa che gli ha fatto dimenticare tutta quella sofferenza.

Sul suo matrimonio Diaco ha affermato: “Ho trovato un ragazzo buono e per bene, la sua generosità d’animo mi ha contagiato. Ho capito che l’amore non si misura con la passione ma con la capacità di stare accanto”.

La mamma è sempre la mamma

A cinque anni Pierluigi Diaco ha perso il papà, un dolore che lo ha segnato e non lo ha mai abbandonato. Da allora tutto è cambiato, se lui ha passato la sua adolescenza e i suoi 20 anni a cercare una figura paterna, trovata in personalità televisive come Curzi, Maurizio Costanzo e Alberto Silvestre.

La mamma ha dedicato la sua vita ai figli.

La mia mamma è una donna all’antica, non pensavo di poterla vedere così. Sono cresciuto con lei e le mie tre sorelle. Lei ha perso il suo amore a 39 anni e ha dedicato la sua intera esistenza a noi, non si è mai rifatta una vita dopo la morte di papà. Mi è sempre stata vicino e mi ha sempre insegnato quanto sia importante il rispetto per gli altri”.

Valori di una volta

Parlando della mamma, Diaco l’ha definita come una donna all’antica, appartenente a quell’Italia di una volta fatta di altri valori, “Di persone che hanno conosciuto la cultura attraverso l’esperienza.

Per questo dedico un saluto a lei e a tutte quelle donne che dal sud sono andate a nord e hanno fatto grande questo Paese”.