Salvini, Meloni e Berlusconi al quirinale

Oggi pomeriggio i leader di Lega, Forza Italia e Fratelli D’Italia si sono riuniti a Milano per un vertice del centrodestra durato fino alla prima serata. L’esito è stata una decisione unanime di un fronte unito per un maggior coordinamento delle opposizioni in Parlamento.

Centrodestra unito: la decisione

Un incontro che ha avuto un esito ampiamente positivo per il fronte dell’opposizione che vedrà i tre leader uniti per un’opposizione compatta ad un governo che: “Non potrà durare a lungo”. A dare l’annuncio di quanto deciso è una nota congiunta dei tre leader, Salvini, Meloni e Berlusconi; lo scopo è quello di opporsi a quelle che sono state definite “ricette sbagliate”.

Il centrodestra è il progetto politico nel quale si riconosce la maggioranza degli italiani, quello che governa con profitto le principali Regioni italiane e migliaia di comune”. I leader spiegano che questa rappresenta “l’unica coalizione con una base programmatica comune che ha ideali condivisi”.

Liberare gli italiani

I leader sferrano un attacco contro quella che viene definita una “maggioranza di palazzo che si è già rivelata inadatta a governare le complessità del nostro Paese”.

Un governo che da settimane pare essere bloccato in una empasse fatta di scontri su piani diversi.

Il centrodestra si rimette in marcia verso i prossimi appuntamenti politici ed elettorali con spirito unitario”. Anche in questo caso si parla di un fronte unito alle prossime elezioni regionali e un’opposizione “alle sue ricette sbagliate grazie anche  ad un maggior coordinamento delle opposizioni in Parlamento“.

Uniti anche sul fronte delle prossime politiche

La nota si conclude con l’annuncio che il fronte di centrodestra resterà unito fino alle prossime politiche e oltre: “Siamo dunque già al lavoro per vincere le prossime elezioni politiche: lo faremo convincendo più persone possibile, offrendo un approdo sicuro a chi non ha votato o a chi è deluso dal voto espresso un anno e mezzo fa”.