vittorio cecchi gori

A distanza di una settimana dalla notizia del ricovero al policlinico Gemelli per Vittorio Cecchi Gori è giunto il momento di un ritorno alla normalità. Il regista in diretta dall’ospedale a Domenica Live si è mostrato sorridente e sereno e ha anche ironizzato sull’accaduto. Ora sta bene, venerdì è stato dimesso dal reparto di terapia intensiva e adesso è in fase di recupero.

Vittorio Cecchi Gori dall’ospedale

Sto bene, sto bene” ha detto dal letto del reparto di lunga degenza del policlinico Gemelli. Il regista si è mostrato sereno e sorridente dal letto di ospedale; accanto a lui l’amico di sempre Angelo.

Raccontando cosa gli è accaduto, Vittorio Cecchi Gori non ha lasciato da parte l’ironia:Mi è venuta un’appendice acuta”, ha detto, “È successo perché sono un ragazzino, visto che ai tempi miei la prendevano i ragazzini, mi è venuto da ridere”. Cecchi Gori ha precisato che non si è trattato però di peritonite, spiegando che quando è arrivato al Policlinico l’appendicite aveva iniziato a diventare peritonite.

Il racconto di quanto è accaduto

La padrona di casa, Barbara D’Urso, con fare quasi materno ha “rimproverato” Cecchi Gori, spiegando al pubblico da casa che il regista era malato da due giorni e non solo ha ignorato i sintomi, ha persino scelto di curarsi da solo facendo preoccupare i suoi cari.

L’amico di sempre, Angelo, ha così deciso di chiamare Rita Rusic che si trova in Florida e che a sua volta ha chiamato il figlio Mario che ha portato di peso il padre in ospedale.

Una volta arrivato lì i medici lo hanno operato d’urgenza. “Il Gemelli è il mio angelo custode” ha raccontato.

Ora è tempo del recupero e ci vorrà tempo. “Piano piano recuperiamo, è faticoso” e poi scherzando ha detto: “Non si deve mangiare”.