giovane donna a terra vittima di violenza

Una giovane di soli 13 anni è rimasta vittima di violenza sessuale da parte di due ragazzi 20enni. Secondo quanto raccontato dalla stessa, la ragazzina sarebbe stata trascinata in una casa con la forza e lì i due l’avrebbero violentata a turno per tutta la notte.

La terribile violenza si è verificata nella notte tra sabato e domenica, la piccola è riuscita a fuggire dalla casa la mattina successiva, ma ha trovato la forza di denunciare solo due giorni dopo al rientro da scuola.

Violentata tutta la notta

Teatro del dramma è Como, è li che la giovane, una ragazzina i 13anni di origini nigeriane, vive con la famiglia.

Secondo quanto raccontato dalla stessa, nella sera tra tra sabato 5 ottobre stava tornando a casa intorno alle 21.30 di sera, quando è stata avvicinata da uno dei suoi aggressori che le ha strappato il telefono dalle mani. la 13enne lo ha inseguito ignara del fatto che stesse per cadere in una trappola. Arrivata nei pressi dell’appartamento del giovane lui e l’altro 20enne l’hanno trascinata nella casa.

I due hanno abusato di lei per tutta la notte e, solo alle 6 del mattino, la ragazza è riuscita a recuperare il suo telefono e fuggire, approfittando del fatto che i suoi aguzzini stessero dormendo.

Il racconto della violenza

Non vedendola rientrare a casa, i genitori avevano denunciato la scomparsa della 13enne ai carabinieri di Cantù. La giovane non ha subito raccontato le violenze subite, lo ha fatto il giorno dopo, lunedì, crollando davanti alla mamma non appena rientrata da scuola. La donna però, invece di allertare i militari, si è recata presso la casa degli orrori insieme a due familiari, dove è scattata una colluttazione con i due aggressori.

Tracce sulle lenzuola

Con l’arrivo di una pattuglia, allertata a seguito degli schiamazzi, i due aggressori sono stati portati in questura mentre la 13enne in ospedale dove è stata sottoposta a controlli medici che hanno confermato la violenza subita. Da una prima perquisizione della casa sono state portate via come prova le lenzuola del letto, sulle quali sono state trovate tracce ematiche e biologiche. I due sono stati fermati con l’accusa di atti sessuali con minorenne.