corsia ospedale

La Procura di Mantova ha aperto un’inchiesta contro ignoti in merito alla morte di un uomo di 68 anni ritrovato cadavere nei pressi del pronto soccorso dell’ospedale Carlo Poma di Mantova dopo essere stato dimesso, il 7 ottobre scorso. Come riportano fonti locali, stamattina sarebbe stata programmata l’autopsia sul corpo dell’uomo allo scopo di chiarire le cause e la dinamica del suo decesso.

Muore dopo essere stato dimesso

Come si legge su Il Giorno, pare che il 68enne si fosse presentato intorno alle 19,00 in pronto soccorso all’ospedale Carlo Poma di Mantova lamentando dei dolori a una gamba, alla caviglia e all’addome, già segnalati e riscontrati nei mesi precedenti, e sembra che fosse stato classificato come un codice verde.

L’uomo sarebbe stato visitato e poi dimesso con la prescrizione di una consulenza specialistica da effettuare ma non con urgenza. Purtroppo, dopo le dimissioni, l’uomo si sarebbe accasciato e sarebbe tragicamente deceduto. Tutte da chiarire la dinamica e le cause della morte e, proprio per questo motivo, sarebbe stata disposta l’autopsia per questa mattina.

Il ritrovamento del corpo senza vita del 68enne

All’alba del 7 ottobre, il corpo privo di vita del 68enne sarebbe stato trovato da un uomo nei pressi dello stesso pronto soccorso dal quale era stato dimesso, vicino a una rampa di scale.

Notizia di oggi è che la Procura di Mantova avrebbe aperto un’inchiesta contro ignoti per chiarire il caso. Come riferito da Agi, già nel pomeriggio del 7 ottobre l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova (ASST di Mantova) aveva attivato un’indagine interna per chiarire il caso segnalando alla Questura quanto accaduto.