occhio di un bambino nascosto

Un tessuto di continui maltrattamenti sui bimbi tra le mura di un asilo a Cesano Maderno, emerso dalle indagini della Procura di Monza: è quanto riporta Ansa, secondo cui 2 maestre sarebbero state sospese dall’esercizio della professione per 9 mesi. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, alcuni segnali di sofferenza sarebbero stati un campanello d’allarme per i genitori dei piccoli alunni.

Presunti maltrattamenti in asilo: maestre sospese

Crisi di pianto e resistenza ad entrare in classe, ma anche lunghi e impenetrabili silenzi ad alimentare i sospetti dei ‘grandi’. Sono le prime ombre prefigurate dai comportamenti anomali di alcuni bimbi di un asilo di Cesano Maderno, che si sarebbero poi materializzate nei primi esiti di un’inchiesta che ha visto 2 insegnanti indagate e poi interdette.

Le indagini della Procura di Monza, secondo quanto riportato da Ansa, sarebbero sfociate in un provvedimento di sospensione dalla professione per un periodo di 9 mesi, ma l’attività investigativa non può dirsi conclusa.

Le donne, indagate per presunti maltrattamenti in quella scuola dell’infanzia, stando alla ricostruzione finora emersa avrebbero portato avanti condotte in grado di generare panico e angoscia nei bambini.

Botte, strattoni, punizioni inflitte da loro stesse ma anche pressioni perché i piccoli adottassero le stesse ‘maniere forti’ su altri minori, coinvolti in un vortice di terrore che sarebbe impresso nelle immagini delle telecamere posizionate dai carabinieri nella struttura.

Video registrati nella scuola

Al vaglio della Procura ci sarebbero, dunque, alcuni video che conterrebbero immagini relative ai fatti contestati. Insulti, schiaffi e spintoni sarebbero stati all’ordine del giorno, comprese punizioni con una sorta di ‘isolamento’ dal gruppo fino a 2 ore.

Le indagini sono scattate dietro l’impulso di alcune segnalazioni fatte dai genitori, sempre più preoccupati dal comportamento inusuale dei figli, di età compresa tra i 3 e i 5 anni.

Secondo quanto emerso, l’inchiesta sarebbe entrata nel vivo a gennaio, e la misura interdittiva a carico delle 2 maestre sarebbe scattata su richiesta del pm Michela Versini, come riporta il Corriere.