Vigili del fuoco Immagine di repertorio

Sono morti da soli senza nessuno che si prendesse cura di loro, ma vicini come erano sempre stati negli ultimi anni. Si tratta di due fratelli, di 77 e 71 anni, i cui corpi sono stati trovati ieri pomeriggio, 11 ottobre, nella loro casa a Padova.

Una vita non facile

Due fratelli, di 77 e 71 anni, vivevano insieme da molti anni, erano entrambi malati da tempo e, probabilmente, uno aiutava l’altro. Come si legge su Ansa, uno soffriva di una patologia degenerativa e l’altro era stato colpito da una malattia oncologica. Risiedevano in una vecchia abitazione sita all’ultimo piano di un palazzo di Riviera Paleocapa (Padova), a due passi dalla famosa La Specola, uno dei simboli più rappresentativi della città e della sua storia.

Conducevano una vita non facile ma dignitosa, sostenendosi a vicenda.

L’allarme lanciato dai parenti

Il ritrovamento dei loro corpi è avvenuto grazie all’intervento della polizia locale e dei vigili del fuoco. I due signori erano sempre in contatto con dei parenti residenti a Bolzano, questi, non riuscendo a mettersi in contatto con i fratelli, hanno allertato le forze dell’ordine. Come si legge su Padova Oggi, i familiari del Trentino Alto Adige hanno richiesto una verifica, preoccupati che potesse essere successo qualcosa.

All’arrivo, nel pomeriggio di ieri, 11 ottobre, degli agenti la triste scoperta: i due fratelli giacevano in casa senza vita.

I primi accertamenti medici sui due fratelli

Dai primi accertamenti medici risulterebbero essere morti per cause naturali, ma, per il momento, ogni pista resta aperta. Ci sono ancora troppi punti da chiarire in questa triste vicenda. Intanto se le loro condizioni di salute precarie siano peggiorate portandoli alla morte. Tutto farebbe propendere per questa ipotesi in quanto sui corpi, trovati uno sul pavimento e l’altro steso sul letto, non vi sarebbero segni di violenza. Inoltre, in casa non vi sarebbero segni di effrazione.

Ancora, bisogna capire se i due fratelli siano morti a distanza di qualche giorno l’uno dall’altro. Il pubblico ministero ha posto l’appartamento di riviera Paleocapa sotto sequestro e ha richiesto che le salme siano messe a disposizione dell’autorità giudiziaria per poter chiarire l’epoca e la causa delle morti.