Lorella Boccia racconta a Verissimo l'aggressione subita

A Verissimo va in scena un momento di grande commozione e sconcerto. Ospite della puntata è Lorella Boccia, la ballerina professionista di Amici Celebrities che, nella notte fra il 3 e il 4 ottobre, è stata aggredita insieme al marito Niccolò Presta da alcuni malviventi che hanno picchiato e derubato la coppia. Il racconto della ragazza nel sabato di Canale 5 lascia tutti sgomenti.

L’inizio del dramma

L’aggressione subita nella notte fra il 3 e il 4 ottobre ha sconvolto la vita di Lorella Boccia e Niccolò Presta. La ballerina di Amici Celebrities ed il marito sono stati infatti aggrediti e derubati di tutto quello che avevano: una ferita ancora aperta.

La ragazza a Verissimo racconta nel dettaglio la drammatica vicenda, ripercorrendo le tappe che hanno portato alla brutale aggressione: “Avevamo appena concluso la generale di Amici Celebrities e mio marito mi chiese di andare a cena e trascorrere del tempo insieme: io ero felicissima e mi ero vestita carina. Non pensavo che una serata così romantica si potesse trasformare in tutto questo. Siamo usciti dal ristorante, siamo andati verso la macchina e abbiamo incrociato due ragazzi“.

Volevano derubarci con un coltello

La drammatica testimonianza di Lorella Boccia prosegue fra le lacrime: “Nel momento in cui ci hanno superato, ci hanno chiamato e istintivamente ci siamo voltati e da lì è successo tutto questo.

Mi ricordo pochissimi atti di lucidità. La paura più grande era per mio marito. Volevano derubarci con un coltello di tutto quello che avevamo indosso. Avevo un fermafedina che è un regalo di mio marito e non riuscivo a toglierlo, non perché non volessi darglielo ma non ci sono riuscita subito e questa cosa a loro ha dato fastidio ed è per questo che mi hanno tirato un ceffone. La mia paura non è stata il ceffone, ma era per Nick.

Ho pensato a come potesse reagire lui nel momento di una violenza verso la persona che ami. Nick ha reagito e la paura è stata di perdere la persona più importante della mia vita perché istintivamente voleva proteggermi, ma lui non aveva nulla per difendersi. Se avessero usato quel coltello, avrei perso l’uomo della mia vita. Ad un certo punto mi hanno chiesto se fossi quella che faceva Amici e quindi mi aveva riconosciuto che ero la ballerina. Il punto è che è inammissibile una cosa del genere“.

Abbiamo denunciato, ma non ricordo come fossero

La coppia ora sta meglio, ma permangono ancora i ricordi di quella notte da incubo, oltre alle ferite fisiche ma anche e soprattutto mentali. La ballerina confessa di aver parlato con Niccolò Presta e spende parole di vero amore per il marito: “Abbiamo chiacchierato perché lui è arrabbiato, avrebbe voluto fare di più per difendermi. Io gli ripeto che ha fatto quello che doveva fare“. È il ragazzo ad avere avuto la peggio durante l’aggressione: “Fisicamente sta recuperando, mentalmente è un po’ più difficile. Poteva andare peggio, ma adesso stiamo bene. Abbiamo denunciato, ma non ricordo come fossero: avevano un cappuccio però non ho mai voluto guardarli in viso, ero sempre con la testa chinata“.