paolo chillè

Paolo Chillè è un giovane di 28 anni di Messina che lotta da 4 anni contro un sarcoma fibromixoide a basso grado di malignità in fase metastatica. Purtroppo, il giovane non può essere operato perché le metastasi non lo consentono e nemmeno la chemioterapia e la radioterapia hanno avuto effetti positivi sulla sua salute. Per migliorare le sue condizioni e guarire, Paolo Chillè dovrà volare in California al Sarcoma Oncology Center di Santa Monica. Qui, potrebbe sottoporsi ad una cura sperimentale ma le spese mediche che dovrà affrontare saranno ingenti e, per questa ragione, ha aperto una raccolta fondi.

La lotta di Paolo Chillè

Paolo Chillè non si arrende e non viene lasciato solo nella sua lotta contro il cancro che perdura ormai da 4 anni.

Sulla pagina Facebook Raccolta FONDI per Paolo-“L EROE” si legge di numerosissime iniziative finalizzate a aiutarlo. Già da settembre, un medico del Sarcoma Oncology Center di Santa Monica, il dottore Sant Chawla, ha dato speranza a Paolo Chillè dicendo di potergli permettere di sottoporsi a delle terapie sperimentali ma, purtroppo, i medici che si sono offerti di accompagnarlo il prossimo 21 ottobre nel lungo viaggio verso gli Stati Uniti hanno dovuto rinunciare perché non più disponibili. Grazie alla mobilitazione di amici, parenti e della comunità di Messina è stato possibile trovare un altro medico rianimatore disponibile e in grado di aiutare il 28enne ad affrontare il viaggio.

Lunedì prossimo, Paolo Chillè potrà finalmente approdare negli Stati Uniti per iniziare a curarsi. Il tumore che l’ha colpito è molto raro. Sulla pagina della piattaforma GoFundMe dove è attiva la raccolta fondi per aiutare Paolo Chillè a raccogliere i soldi necessari ad affrontare le cure, il 28enne spiega la gravità del male che lo affligge: “Il mio tumore è in grado di mangiare le ossa.. Quindi sono stato costretto a sottopormi ogni 3-4 mesi ad una radioterapia mirata..

Ma i risultati non sono affatto ottimi. E adesso la radioterapia mirata non posso farla più.  Essendo un tumore raro è difficile trovare una cura adatta a me, per il forte dolore prendo addirittura la morfina“.

La raccolta fondi per aiutare Paolo Chillè

I soldi che finora sono stati raccolti per permettere a Paolo Chillè di arrivare al Sarcoma Oncology Center di Santa Monica si aggirano sui 140mila euro. Una bella somma, si potrebbe pensare, ma purtroppo insufficiente ad affrontare le spese per le cure. Come viene spiegato sulla pagina Facebook dedicata alla raccolta fondi, Paolo Chillè dovrà trascorrere un periodo molto lungo negli Stati Uniti che potrebbe ulteriormente prolungarsi: “Le spese sono troppe elevate (tra alloggio, partenza con aereo, spese mediche, assicurazione per la vita) la partenza è prevista per giorno 21 ottobre.. Il 23 ha l’appuntamento e dovrà stare lì dai 3 mesi ai 6 mesi dipende da come risponde alle terapie“.

Per questo motivo, la raccolta fondi lanciata sulla piattaforma GoFundMe non si è fermata ed è stato anche indicato dalla famiglia un codice Iban che può essere usato per le donazioni: IT66N0200816530000105593477. La donazione tramite Iban deve essere intestata a Paolo Chillè con la causale “Donazione per Paolo”. L’obiettivo è di arrivare a raccogliere 600mila euro, i soldi necessari a rendere il soggiorno di Paolo Chillè negli Stati Uniti meno difficoltoso possibile e a pagare le terapie sperimentali cui dovrà sottoporsi.