felice maniero

“Faccia d’angelo”, questo il soprannome di Felice Maniero negli anni della mala del Brenta, è stato arrestato per maltrattamenti alla compagna. La notizia è riportata dal Giornale di Brescia, che conferma l’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip. Il boss vive nel comune lombardo sotto falsa identità.

Felice Maniero arrestato per maltrattamenti alla compagna

Avrebbe picchiato la compagna e per questo sarebbero scattate le manette per Felice Maniero. L’ex rapinatore sarebbe ora detenuto a Bergamo, dopo essere state applicate le direttive del Codice Rosso, la legge approvata a luglio per tutelare le vittime di violenza domestica. Maniero vive a Brescia, dopo essere tornato in libertà nel 2010.

A denunciarlo la compagna.

La carriera del boss della Mala del Brenta

Un uomo che è stato protagonista delle cronache criminali italiane per più di un decennio. Felice Maniero, “faccia d’angelo”, è stato uno dei più celebri e sanguinari rapinatori, con all’attivo evasioni, omicidi e rapine miliardarie. Maniero, scarcerato definitivamente nel 2010 dopo una condanna a 33 anni di carcere, poi diventati 20 anni e 4 mesi, è tornato agli onori delle cronache in due occasioni nei tempi recenti. Nel 2006 per il suicidio della figlia Eva, trovata morta a Pescara, probabilmente per motivi sentimentali.

Poi nel 2016 per il fallimento della sua azienda di depurazione delle acque.