mano di donna su letto di ospedale

Una 22enne sarebbe morta in seguito a un intervento chirurgico eseguito in un ospedale del Modenese, e la Procura, secondo quanto riportato dall’Ansa, avrebbe aperto un’inchiesta. L’ipotesi di reato è omicidio colposo e, stando a quanto battuto dall’agenzia di stampa poche ore fa, il fascicolo sarebbe a carico di alcuni medici dell’ospedale in cui la giovane è stata operata.

22enne muore dopo un intervento

Secondo Ansa ci sarebbe più di un nome iscritto nel registro degli indagati dopo la morte di una 22enne, ricoverata presso un ospedale del Modenese dove sarebbe arrivata in seguito a un’operazione eseguita in un altro nosocomio.

Il decesso della giovane, originaria di Caserta, sarebbe avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì scorsi.

L’intervento chirurgico sarebbe stato effettuato per una peritonite, e la Procura avrebbe aperto un’inchiesta sull’accaduto.

Si indaga per omicidio colposo

Le indagini avviate dalla Procura di Modena si sarebbero innestate sull’ipotesi dell’omicidio colposo. All’interno del fascicolo sarebbero presenti i nomi di alcuni medici, e si tratterebbe proprio dei professionisti che hanno condotto l’operazione.

Secondo quanto si apprende dall’Ansa, sul corpo della ragazza è stata disposta l’autopsia, che dovrebbe essere effettuata nella giornata di martedì.

Stando a quanto emerso finora, tra le ipotesi al vaglio delle autorità su quale possa essere la causa del decesso ci sarebbe quella di uno choc emorragico.

Le condizioni della paziente sarebbero peggiorate progressivamente e irreversibilmente nel giro di poche ore, e sarà ora la Procura a stabilire l’eventuale presenza di ombre dietro la tragedia.

La nota dell’ospedale

La 22enne è morta nel reparto di Rianimazione, e secondo quanto riportato dall’Ansa, l’Azienda ospedaliero universitaria di Modena ha diffuso una nota in cui si riporta una prima ricostruzione inerente al trasferimento presso un’altra struttura della provincia.

La giovane doveva essere sottoposta ad accertamenti diagnostici radiologici nel nosocomio di arrivo, dopo aver subito l’operazione in un altro centro.

Purtroppo – riporta Ansa citando la nota –, nonostante l’attivazione di tutti gli specialisti e le procedure necessarie per la gestione del caso, dopo repentino aggravamento e pur a fronte della tempestiva attivazione di tutte le misure rianimatorie, la giovane donna è deceduta“.