alessandro siani omaggia pino daniele

Alessandro Siani è uno degli ospiti di questa puntata di Domenica In. Da Mara Venier l’attore racconta la sua vita e parla, tra l’emozione e il sorriso, del suo rapporto con il grandissimo, compianto cantante napoletano Pino Daniele. L’omaggio al grande cantautore è davvero toccante: “È una voce che Napoli non avrebbe dovuto perdere, per me è un monumento“.

Manca Pino, manca la sua voce

L’attore Alessandro Siani a Domenica In, ospite di Mara Venier, racconta il rapporto che ha vissuto con il cantautore Pino Daniele. La loro napoletanità li ha fatti incontrare e conoscere e l’omaggio dell’attore al cantante è testimonianza di questo stretto rapporto.

Siani comincia subito con una battuta: “A me di Pino piaceva tutto, anche il suono dell’antifurto della sua macchina“. Per poi ricordarlo con una dedica speciale: “Manca Pino, manca la sua voce, il suo pensiero. Cosa penserebbe oggi? È una voce che Napoli non avrebbe dovuto perdere, per me è un monumento“.

L’omaggio al cantautore prosegue

L’attore racconta poi un aneddoto con lo stesso Pino Daniele: “Pino mi lasciò un messaggio in segreteria, e mi disse ‘Mi porti a mangiare una pizza a Napoli’. Napoli non è più Napoli ma Napulè è la sua terra“. L’omaggio di Alessandro Siani prosegue sulla scia dei ricordi: “Pino Daniele e Massimo Troisi sono stati due geni di Napoli, Pino era il genio e Massimo la lampada.

Due mostri sacri. Li guardavi e la sensazione era la stessa di sdraiarsi sulla spiaggia a guardare le stelle. Stelle rare. Ci sono ancora“. Anche la padrona di casa Mara Venier si accoda a questi pensieri: “Io penso che le canzoni di Pino Daniele le possa cantare solo lui, perché aveva una voce così particolare“.