Carlo Conti ricorda Fabrizio Frizzi

Nuovo appuntamento con Domenica In, storico programma targato Rai 1 condotto da Mara Venier. Puntata speciale perché verranno celebrati i 69 anni della conduttrice, che festeggerà con numerosi ospiti in studio, fra cui l’amico Carlo Conti. Il conduttore, durante l’intervista, ricorda anche il compianto Fabrizio Frizzi: “È come se ci fosse sempre“.

Sono stato particolarmente fortunato

Grandi festeggiamenti per il compleanno di Mara Venier, che oggi spegne 69 candeline. Il primo ospite in studio è Carlo Conti, che fa il suo ingresso in studio con una deliziosa schiacciata fiorentina e gli auguri per la storica amica. Il celebre volto Rai si racconta alla Venier, a cominciare dalla presenza del figlio nella sua vita: “Matteo è buono, ascolta sia mamma che papà.

Sta crescendo bene, è vispo“. Poi fa il punto sulla sua carriera: “Sono consapevole di essere stato particolarmente fortunato. Faccio questo mestiere per il gusto di farlo. Se tu hai la fortuna di fare nella tua vita il tuo hobby, diventa la tua più grande fortuna. Siccome c’è spazio per tutti, se tu vali qualcosina pian piano qualcosa arriva. Sarei stato lo stesso se fossi rimasto nella tv e nelle radio locali perché la gioia di fare questo mestiere supera tutto“.

Un aneddoto davvero toccante

Carlo Conti si racconta a 360 gradi e l’intervista tocca la sua famiglia, in particolare il rapporto con i suoi genitori. Sulla figura materna il conduttore rivela: “Lei è stata una mamma fantastica. Era un generale tedesco, severissima. Ha fatto da babbo e da mamma e la ringrazio per tutta la vita perché mi ha insegnato valori importanti, su tutti il rispetto e l’onestà. Ha lavorato tantissimo, si è rimboccata le maniche. Quando morì il mio babbo lei era giovane e io non ricordo nulla del babbo“. Il conduttore racconta poi un aneddoto davvero toccante avvenuto quando era giovane: “Un giorno mia mamma mi fece provare a fumare una sigaretta, spiegandomi come fare.

Io non riuscivo ad aspirare e da lì mia mamma mi disse: ‘Il tuo babbo per le sigarette è morto perché ha avuto un tumore ai polmoni‘. Da quel momento non ho mai più fumato in vita mia“.

L’amore per Francesca

Sul rapporto con la moglie Francesca Vaccaro, Carlo Conti ricorda il momento in cui, dopo un periodo di distacco, decise che sarebbe stata proprio lei la donna della sua vita. La testimonianza del conduttore: “Passi dall’io al noi. Ad un certo momento ho sentito il bisogno di condividere e per fortuna quando sono tornato da Francesca era ancora lì. Ho preso l’ultimo treno disponibile e l’ho acchiappata al volo. Lei è la donna della mia vita e Matteo è il frutto perfetto dell’amore. Matteo si chiama così perché vuol dire dono divino, e per noi è stato davvero un dono di Dio“.

Carlo ricorda Fabrizio Frizzi

Inevitabile, a seguire, un omaggio a Fabrizio Frizzi, che è stato collega e grande amico di Carlo Conti: “Siamo stati sempre amici, ma è negli ultimi anni che abbiamo collaborato di più a livello professionale. Nel nostro mestiere l’affetto è importante, ancora oggi mi chiedono del mio legame con Fabrizio. Non conta quanti Sanremo hai fatto, ma il legame con le persone“. Poi continua: “Lui era più passionale, se la prendeva di più e io cercavo di tranquillizzarlo. Son passato nella fase che è come se ci fosse sempre, è incancellabile“.