Alfonso Signorini e Barbara d'Urso

Care lettrici, cari lettori, tra le tante cose belle di cui la vita è piena c’è anche quella di ritrovare le persone che avevamo perso per strada“, questo l’incipit dell’editoriale che ha voluto scrivere Alfonso Signorini, direttore del settimanale di gossip Chi. Non un riflettere vano ma un pensiero rivolto ad una persona precisa e che tutti conosciamo: Barbara d’Urso.

Alfonso Signorini e Barbara d’Urso: un dissapore retrò

Per quanto il lavoro li porti quotidianamente a lavorare su piani paralleli e spesso e volentieri i due siano sospinti a parlare l’uno dell’altro, tra Barbara d’Urso e Alfonso Signorini per lungo tempo i rapporti non sono stati dei migliori.

Qualche frecciatina dal pulpito di Domenica Live o Pomeriggio Cinque; qualche risposta affilata sulle pagine di Chi. Così, per lungo tempo, i due hanno mantenuto questo rapporto border-line tra il “non ti parlo perché” e il “non mi ricordo nemmeno più perché non ti parlo”. Qualcosa è successo tra i due sebbene non sia mai stato possibile entrare nel dettaglio e forse, alla luce dell’editoriale odierno di Signorini, nemmeno importa più saperlo.

L’amorevole dedica di Alfonso Signorini

A volte si dà retta alle persone sbagliate, a volte si è superficiali nel giudicare, a volte si è semplicemente scemi e ci si allontana“, scrive sempre Signorini in una sorta di “mea culpa” collettivo, valido per entrambe le parti in causa all’interno di un messaggio che rivolge direttamente alla d’Urso sulle pagine del suo settimanale che titola proprio Che bello ritrovare le persone che avevamo perso per strada: bentornata, Barbara.

E il ritorno a cui fa riferimento Signorini, è proprio quello all’interno della sua vita. La acque torbide del passato ad oggi non hanno più senso di essere analizzate perché in fondo basta ritrovarsi. “Siamo stati amici in passato – scrive Signorini sulla conduttrice Mediaset – Di quegli amici a cui ti dai senza riserve, perché sai che con loro non c’è bisogno di difese.

Poi la porta si è chiusa e nessuno di noi due si ricorda il motivo“.

Spunta l’arcobaleno tra Signorini e d’Urso

Gli amici in comune, le occasioni galeotta, eventi a cui si è entrambi invitati: sono state numerose le circostanze che hanno giovato al loro riavvicinamento che questa volta faticherà a rovinarsi. “Nella vita – continua sempre Signorini – Farsi la guerra è una gran fatica, si sprecano energie, si alimentano le chiacchiere di chi sparla per lavoro, e zero risultati. Così, dopo anni in cui ci eravamo persi di vista, ci siamo ritrovati a casa mia“. Quegli anni trascorsi in silenzio non hanno potuto nulla contro l’esplodere di un bene mai sopito e a cui è bastato pochissimo per rinascere, il bisogno di volersi parlare un po’ di olio e un po’ di vino. “Io e Barbara ci siamo salutati, come se tra noi tutti questi anni di silenzio non fossero mai esistiti e da oggi ricominciamo“. Un lungo e amorevole editoriale che Signorini ha voluto dedicare alla conduttrice che in meno di qualche ora ha voluto condividere sul suo profilo Instagram, replicando: “Bentornato Alfonso“.