carabinieri

Una donna di 91 anni è stata uccisa ieri sera a Tolfa, comune nella provincia di Roma, dopo un’aggressione probabilmente a fini di rapina. Gli inquirenti hanno arrestato un 23enne di origini albanesi, figlio della badante dell’anziana e sospettato dell’omicidio, come riporta Il Messaggero,. Si cerca un secondo complice che avrebbe partecipato alla rapina ipotizzata dalle indagini.

Anziana presa a pugni e uccisa in un tentativo di rapina

Un 23enne è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso una donna di 91 anni a Tolfa. I carabinieri hanno ipotizzato che la vittima sia stata uccisa a pugni durante un tentativo di svaligiarle la casa.

A trovarla riversa nell’abitazione con il volto tumefatto le figlie, le quali hanno inizialmente pensato che la madre fosse caduta. Le donne hanno dato l’allarme e hanno notato che la casa era in disordine e che sarebbero scomparsi circa cento euro e anche alcuni mobili.

Uno scenario che ha fatto propendere i carabinieri di Civitavecchia per la rapina finita male. Secondo le indagini, il 23enne, come riportano alcune fonti, si sarebbe introdotto in casa della 91enne ma, trovando all’interno la donna, l’avrebbe aggredita per evitare che chiedesse aiuto. Alcuni conoscenti della vittima sono stati interrogati in caserma.

Le indagini continuano in attesa dell’autopsia sul corpo della 91enne.