piedi di neonato

Il loro bambino è nato praticamente senza volto, affetto da gravissime malformazioni non diagnosticate dal ginecologo e ora in lotta per la vita. Per questo, il medico è stato denunciato e sospeso, ma sul suo conto sarebbero emersi precedenti importanti e di analoga natura. Il caso arriva dal Portogallo, dove la sconvolgente storia del neonato, secondo quanto riportato da El País, sarebbe soltanto l’ennesima in una lunga serie di clamorose mancate diagnosi da parte del professionista.

Bimbo nasce senza volto

Una gravidanza serena, nessun problema rilevato a carico del feto e un parto come tanti, poi la drammatica scoperta: il loro bimbo è nato senza volto.

Un dramma venuto a galla solamente dopo la nascita, nonostante gli esami prenatali fatti per accertare lo stato di salute del piccolo.

Secondo quanto riportato da El País, i genitori, entrambi portoghesi, hanno sporto denuncia contro il ginecologo Artur Carvalho, che non avrebbe mai sollevato alcun sospetto di malformazione durante le 3 ecografie condotte.

Ed è proprio la mancata diagnosi a costituire il fulcro delle indagini aperte a carico del medico, la cui posizione potrebbe aggravarsi alla luce di alcuni precedenti già segnalati da altre famiglie.

Le malformazioni del bambino

Il piccolo è nato il 7 ottobre scorso a Setúbal, città a sud di Lisbona, e sarà l’attività investigativa a stabilire l’eventuale responsabilità del ginecologo denunciato dai genitori.

Il bambino presenterebbe malformazioni gravissime a carico del volto, tali da incidere pesantemente sulle sue possibilità di sopravvivenza. Naso, occhi e parte del cranio risulterebbero del tutto assenti e, secondo i medici intervenuti a valutare la prognosi, sarebbe rimasto vivo solo per poche ore dopo la nascita.

Ma il bimbo resta aggrappato alla vita e lotta ancora, con tutte le incognite e le difficoltà del caso, mentre mamma e papà hanno avviato una battaglia contro il dottore che si è occupato della gravidanza.

Ginecologo sospeso, si indaga su precedenti

Nel passato del ginecologo che ora è sospeso, Arthur Carvalho, ci sarebbe una fitta trama di presunte negligenze al vaglio delle autorità sanitarie e giudiziaria. Precedenti che affonderebbero le radici in casi di mancate diagnosi prenatali risalenti a diversi anni fa, con relativa denuncia da parte di alcune famiglie.

Il provvedimento di sospensione per il caso in questione – l’ultimo, quindi, di una importante serie – è stato adottato dall’ordine dei medici del Portogallo e si estende per la durata di 6 mesi.

La posizione dell’uomo potrebbe ulteriormente aggravarsi alla luce delle ultime emergenze investigative. Stando a quanto riportato dalla stampa locale, infatti, la madre si sarebbe sottoposta a una quarta ecografia presso un altro centro sanitario, che avrebbe ipotizzato la presenza di una possibile malformazione.

Sarebbe stato proprio il ginecologo ora sotto accusa a rassicurare i genitori, sostenendo che il viso del nascituro non è sempre perfettamente visibile ed escludendo la presenza di un’anomalia.

Miguel Guimarães, presidente dell’ordine dei medici del Portogallo, ha commentato il caso ai microfoni di El País: “Sono rimasto sorpreso quando mi hanno detto che c’erano altri cinque casi aperti, uno dal 2013, più 4 casi precedenti, archiviati“. A carico del medico, dunque, ci sarebbe ben più di un sospetto per precedenti degni di attenzione.

La vicenda del piccolo nato senza volto si innesta in un mosaico di fascicoli – 1.400 secondo il quotidiano spagnolo – aperti per presunti casi di negligenza in diversi ospedali dell’area in cui insiste la struttura in cui opera Carvalho. Casi tuttora irrisolti che fanno tremare la sanità portoghese.