Ludovica Valli

Ludovica Valli è stata ospite di Caterina Balivo, nel talk pomeridiano Rai Vieni da me, il 29 ottobre scorso. La sua è stata un’intervista ricca di sfumature in parte inedite, tra cui spicca la confessione più intima: “Non perdonerò mai mio padre. Si tratta di una dichiarazione che si intreccia con i contenuti del suo libro, uscito lo scorso 22 ottobre e intitolato Di troppo cuore, in cui si rincorrono riflessioni taglienti sulla sua esistenza. Su tutte, quella che ritrae l’anima di figlia cresciuta senza una figura paterna.

Ludovica Valli parla del padre

Durante l’intervista rilasciata a Caterina Balivo, nella puntata del 29 ottobre scorso a Vieni da me, Ludovica Valli ha messo a nudo la difficile parentesi della sua infanzia e della sua adolescenza.

Cresciuta in una famiglia di sole donne, ultima di 3 sorelle, è diventata donna senza il padre e ha rivelato che non potrà mai perdonarlo per averla abbandonata.

Tra le pieghe di un racconto dominato dal dolore, si è lasciata andare a una considerazione molto forte, ricalcando così il percorso di sofferenze che l’ha vista maturare senza un punto di riferimento maschile: “Per me lui resta uno sconosciuto“.

La malattia della madre

La mia scossa è stata la malattia di mia madre: è questa la sintesi del pensiero di Ludovica Valli in merito a una delle pagine più ruvide della sua esistenza.

La mamma, infatti, ha scoperto di avere un tumore alle ovaie nel 2015, e in quel momento lei ha scelto di allontanarsi e partire all’estero.

Una decisione che le sorelle le rinfaccerebbero, perché presa in un momento troppo delicato per l’intera famiglia: “Essendo più piccola stavo sempre con lei. Il pensiero più grande ero io per lei. Dopo due settimane sono partita, sono andata in Spagna. Ho pensato che dipendevo da lei, non ero responsabile.

Mi sono vista cadere il mondo addosso. Dovevo responsabilizzarmi e crescere“.

Sua madre, che per tutta la vita ha cresciuto le figlie assolvendo anche al ruolo paterno, non sarebbe stata affatto felice per la sua partenza:Per due mesi non mi ha chiamata“.

Nonna Rema in studio a Vieni da me

Ludovica Valli e nonna Rema a 'Vieni da me'
Ludovica Valli e sua nonna Rema a ‘Vieni da me’

Il ricordo della sua adolescenza, dunque, non sarebbe affatto felice. Ma, nel bilancio negativo che lei stessa ha dipinto, emerge la presenza sicura di nonna Rema, figura di spicco in casa, incline al divertimento e a un approccio solare alla vita.

La chiamiamo ‘nonna rock’“, ha rivelato la Valli ai microfoni di Caterina Balivo, prima di vederla entrare in studio per rappresentare il suo grande affetto alla nipote in favore di pubblico.

Mia nonna è venuta a farsi il tatuaggio con me. Ci siamo tatuate il numero 8, era il nostro numero quando viaggiavamo insieme, ci capitava sempre quello“.