Suora scopre di essere incinta nel Messinese. Poche ore dopo sbuca un altro caso in provincia di Ragusa. Episodi simili negli anni scorsi in Italia (Immagine di repertorio)

Non una, ma ben due suore incinte in Sicilia. Nel giro di pochi giorni, la notizia della gravidanza a sorpresa delle due sorelle ha fatto il giro dei media locali e nazionali. La prima, una donna di 34 anni, ha scoperto di essere incinta in ospedale questa settimana. Aveva forti dolori all’addome, così ha voluto fare un controllo. L’altra, invece, l’ha scoperto un mese fa, ma la notizia è venuta fuori solo in queste ore. Teatri dell’inaspettata vicenda sono i piccoli comuni di Militello Rosmarino (Messina) e Ispica (Ragusa). La notizia arriva a pochi giorni di distanza dal sinodo dei vescovi sull’Amazzonia.

Fra i temi affrontati, anche il sacerdozio per gli uomini sposati e il diaconato femminile.

La scoperta della gravidanza in ospedale

La notizia delle suore in dolce attesa ha lasciato tutti di stucco, e in paese è l’argomento del giorno. Stando a quanto apprendiamo dal Gazzettino del Sud, la religiosa 34enne, di origini africane, ha accusato forti dolori all’addome, così ha deciso di farsi controllare in ospedale. I medici le hanno fatto un’ecografia, scoprendo la gravidanza. A quanto riporta il quotidiano, la suora è stata trasferita in un altro istituto a Palermo. L’Ordine al quale appartiene avrebbe messo la donna di fronte ad una scelta importante da prendere dopo il parto.

Potrà infatti decidere di abbandonare l’ordine e fare la mamma a tutti gli effetti.

Il sindaco: “Rammarico, situazione gestita male”

Grande sconcerto in paese, dove la donna è conosciuta e stimata. Il Gazzettino del Sud riporta una dichiarazione di Salvatore Riotta, sindaco di Militello Rosmarino: C’è rammarico per quanto avvenuto. La nostra comunità di 1.200 abitanti è sconcertata per il modo in cui taluni hanno trattato la notizia, non in modo riservato come si doveva. La situazione è stata gestita male. Conosco bene la suora, che meno di un anno fa ha preso i voti e si fa da sempre voler bene da tutti.

Il collegio Bambin Gesù è un istituto molto serio. Nel tempo è sempre stata la realtà più positiva del paese. Nel collegio si occupano anche di famiglie indigenti e bambini in difficoltà. Anche per questo siamo delusi per l’accaduto e per come sia stata gestita la notizia ma il buon nome dell’Istituto non è in discussione”.

I casi analoghi in Italia

Il Gazzettino del Sud ricorda poi i casi analoghi. Quello nella provincia di Ragusa risale a un mese fa circa, ma è venuto fuori solo in queste ore, in seguito alla vicenda nel Messinese. La religiosa, originaria del Madagascar, aveva la funzione di Madre Superiora in un istituto di Ispica che si occupa di assistenza agli anziani. Dopo aver scoperto la gravidanza, ha lasciato l’istituto ed è tornata nel suo Paese, scrive il quotidiano. Non si tratta comunque del primo caso italiano. Già nel 2014, a Rieti, una vicenda molto simile vide protagonista una suora salvadoregna, che lasciò il suo ordine per dedicarsi al bambino. Nel 2015, un episodio analogo nelle Marche.