adriano celentano

Ieri sera è tornato in scena su Canale 5 Adriano Celentano con il suo Adrian. Come preannunciato il cantante non era solo: al suo tavolo ovale erano seduti Paolo Bonolis, Carlo Conti, Gerry Scotti, Massimo Giletti e Piero Chiambretti. Insomma, per questa prima puntata, dopo gli ascolti decisamente sotto tono della scorsa stagione, il re aveva bisogno dei suoi cavalieri.

Conduttori e giornalisti sotto accusa

Celentano ha portato sì i suoi cavalieri per farsi aiutare, ma non ha comunque perso occasione per punzecchiarli e per far diventare questo inizio di puntata un modo per discutere di televisione e di informazione. Sotto la lente di ingrandimento ci finisce subito Carlo Conti: “Un difetto in Tale e Quale?

La giuria, fanno uno sforzo enorme per non dire che uno non è stato bravo. Fossi in te metterei una giuria della giuria“. Ma nemmeno Bonolis la passa liscia: “Spumeggiante, ma c’è un’esagerazione, Madre Natura che sale le scale con il tanga viene ripresa troppo da vicino, quando guardi non sai cosa fare“. E ancora: “Nella tua trasmissione non c’è il cambiamento“, dice critico. Bonolis non si fa certo intimidire: “Ma come… Cambiamo il c**o ogni settimana“.

Non che Gerry Scotti ne esca incolume: “Mi piaci Gerry, ma sono contrario a regalare i soldi ai giovani durante un quiz“.

Il conduttore mantiene la sua vena generosa: “Non regaliamo soldi, ma regaliamo la felicità“. Celentano però rimarca il concetto: “Dietro questa cosa però si accoda qualcosa di ben più grande, il gioco d’azzardo e lo Stato non dovrebbe sostenerlo“.

Celentano vs spettatori

Si sa che gli ascolti la scorsa stagione non avevano premiato Adrian, e il conto aperto con gli spettatori l’ha chiuso ieri Celentano, rivolgendosi proprio a loro: “Voi che dalle vostre case adesso mi state guardando voglio dirvi che non ho dimenticato che nelle prime quattro puntate voi mi avete condannato, accusandomi di essere poco presente, senza minimamente pensare ad Adrian, alle cose che voleva dirvi, che succedono e succederanno“, comincia.

Ma voi che mi state guardando eravate arrabbiati perché quando io ero in scena non parlavo e non cantavo e adesso siete ritornati, sperando che ora mi comporti diversamente dalla volta scorsa. Non avete capito niente allora. Io non solo non farò come la volta scorsa, ma faccio una cosa in più, stavolta ve lo do io il motivo per cambiare canale. Io me ne vado, spegnete tutto“. Naturalmente nessuno ha creduto che Celentano sparisse veramente, e infatti poco dopo… eccolo in scena a cantare.