auto carabinieri

Un 48enne di Ragusa è stato accusato dell’omicidio della madre. L’uomo l’avrebbe pestata al culmine di una lite furiosa. Riempita di pugni la donna è morta in ospedale, 2 giorni dopo il suo ricovero.

I Carabinieri hanno eseguito oggi in carcere l’arresto, provvedimento cautelare emesso dall’autorità giudiziaria. L’accusa è quella di omicidio.

Una lite per futili motivi

L’uomo ha colpito l’anziana madre, ripetutamente a mani nude, fino a ridurla in condizioni critiche. All’origine delle botte una lite funesta, a quanto pare scoppiata per futili motivi. La donna è stata quindi ricoverata in ospedale di Ragusa in seguito alle gravi ferite e alle tumefazioni riportate.

Secondo i medici i segni di una violenta aggressione. Qui è deceduta giorni dopo l’accaduto, in seguito ad una lunga agonia.

La Procura di Ragusa ha emesso una nota in cui ha dichiarato di rilasciare altri dettagli sulla vicenda, dopo una conferenza stampa prevista per oggi, in sede.

I dettagli del caso di Ragusa

Il nome della vittima è Santa Trovato. Mentre il nome del presunto assassino è Carmelo Chessari, 48 anni, con precedenti per spaccio di droga. Da subito i sospetti si sono concentrati sul figlio dell’anziana donna.

L’aggressione risale allo scorso aprile e le indagini sono andate avanti senza sosta, con Chessari indagato.

Oggi, in seguito ad una serie di esami e riscontri rilevati dagli inquirenti, è stato possibili mettere in atto il provvedimento cautelare per il figlio della vittima, accusato di omicidio.