barbara d'urso e suor rebecca

A Live – Non È La D’Urso, nel corso dell’ultima puntata, si è parlato di amore sacro e amor profano. Barbara D’Urso ha ospitato il caso di Suor Rebecca, che dopo 10 anni di clausura ha scelto di spogliarsi dell’abito, innamorarsi e diventare madre.

L’argomento è stato al centro di un dibattito che ha visto coinvolti anche Paolo Brosio e in collegamento Suor Paola. Mentre Suor Rebecca, che oggi si chiama Ester, è stata ospite in studio per raccontare la sua storia.

Ester si racconta Barbara D’Urso

Cosa spinge una suora che per 10 anni ha vissuto in completa clausura ad abbandonare la vita di convento da un giorno all’altro?

Lo domanda Barbara D’Urso a Suor Rebecca, che spiega al pubblico di Live come questa non sia stata una decisione improvvisa, ma appunto maturata nel corso degli anni. “Non riuscivo ad accettare una scelta molto radicale nei confronti di Dio” spiega Ester. “In clausura si fa voto di obbedienza e si rinuncia alla propria volontà“. Una rinuncia che, per come spiega Ester, è il fondamento della clausura. “È più importante di ogni cosa, anche della preghiera“.

Carmelita a questo punto approfondisce. “Quindi tu sei stata in clausura 10 anni, vuol dire che sei stata isolata?”.

L’ex suora precisa: “Isolata dal mondo, ma insieme a un gruppo di consorelle“. Abbandonato il convento e uscita dallo stato di clausura Suor Rebecca si è iscritta ad un sito di incontri. “Dopo un anno e mezzo” precisa. In rete la donna la donna ha conosciuto un uomo, padre dei suoi figli. La coppia infatti ha avuto 2 gemelli ed oggi vive felice.

Il commento di Paolo Brosio

Di fronte ad una nuova gioia di Ester, un tempo Suor Rebecca, ha commentato anche Paolo Brosio, cattolico ossequioso.

Cosa vuoi che dica? Le suore sono nel mondo cattolico 640 mila, è chiaro che siamo fatti di ciccia e carne umana” comincia Brosio.

Puoi fare voto di castità, ma quando l’amore per la carne è più forte della vocazione, Dio poi ti lascia la libertà di scegliere“.