stefania pezzopane e simone coccia a live non è la d'urso

L’amore, più volte deriso e discriminato, fra l’onorevole Stefania Pezzopane e l’ex spogliarellista Simone Coccia tiene banco a Live – Non è la D’Urso. Nel programma serale di Canale 5 la coppia si mette in gioco sfidando i 5 “sferati” e difende il loro rapporto, spesso offeso per via della loro differenza d’età: 23 anni.

La coppia al giudizio degli “sferati”

Nel salotto di Live – Non è la D’Urso l’onorevole Stefania Pezzopane e il compagno Simone Coccia, ex gieffino, affrontano il delicato argomento legato alla loro storia d’amore. I due sono stati spesso vittima di insulti, beffarda ironia e derisione di ogni tipo per via dei loro 23 anni di differenza.

Una situazione che è ulteriormente amplificata nel mondo dei social, dove spesso la coppia viene presa di mira dagli haters. Stefania e Simone, di fronte ai 5 “sferati”, ribadiscono la solidità del loro rapporto, come raccontano le parole della politica: “Quando ho incontrato Simone, l’idea non era di salvarlo ma di conoscerlo. In qualche occasione è lui a salvarmi“.

L’odio sui social è inaccettabile

L’onorevole Pezzopane ha più volte difeso pubblicamente il suo rapporto con il compagno dagli attacchi di chi non crede al loro amore. Ma le accuse non sono legate solo alla loro differenza d’età, ma riguardano anche le loro differenze di reddito, di interessi e di estetica.

Proprio a proposito delle differenza estetiche, la politica dichiara: “Non credo che a ridosso del 2020 si possa giudicare una coppia in maniera critica per differenze estetiche. Ma dove vogliamo arrivare? Credo che ci siano dei piedistalli di carta dove qualcuno si mette e giudica. Poi quel piedistallo crolla di fronte alla verità dell’amore“. A seguire l’attacco ai “leoni da tastiera” che deridono la loro love story: “Qualsiasi sia il rapporto tra me e Simone, nessuno si deve permettere di insultarci.

L’odio che c’è oggi sui social è inaccettabile“.