Cronaca

Manfredonia, medico arrestato con l’accusa di abusi sulle pazienti

Un medico del Foggiano è stato arrestato con l'accusa di aver abusato delle sue pazienti
mani di medico con cartella

Un medico 65enne è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale su alcune pazienti. L’uomo, in servizio presso l’ospedale di Manfredonia, nel Foggiano, secondo quanto riportato dall’Ansa si troverebbe ai domiciliari, e alla misura restrittiva si sommerebbe il divieto di esercizio della professione per 6 mesi.

Medico arrestato: accusato di violenza sessuale

Abusi sessuali su 5 pazienti, donne di età compresa tra i 30 e i 40 anni che avrebbe irretito con una serie di diagnosi false: è l’ipotesi di reato a carico di un medico 65enne del Foggiano, in servizio presso l’ospedale di Manfredonia, ora gli arresti domiciliari.

Secondo quanto emerso, l’uomo avrebbe approfittato della vulnerabilità psicologica delle donne dopo averle prospettato la presenza di una grave malattia rivelatasi poi inesistente.

L’obiettivo di questa presunta strategia, secondo l’accusa, era quello di indurre le pazienti a uno stato di maggiore affidamento al suo iter diagnostico, che in realtà si sarebbe rivelato incoerente con le necessità del caso.

Patologie inventate per abusare delle pazienti

Il medico accusato di violenza sessuale, sottoposto a provvedimento restrittivo dei domiciliari emesso dal gip del Tribunale di Foggia, secondo l’accusa avrebbe abusato di almeno 5 donne che si erano rivolte a lui per patologie del tutto diverse da quelle loro prospettate.

In questo scenario, avrebbe praticato visite ginecologiche non necessarie in presenza di problemi reali ad altre parti del corpo come spalla, sterno, addome e tallone.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita dalla Polizia, e gli episodi contestati si sarebbero verificati nell’arco di 15 anni di servizio, dal 2004 al 2019.

Un totale di 5 casi di violenza sessuale a cui gli inquirenti non escluderebbero di doverne sommare altri, non ancora denunciati. Non è chiaro, infatti, se ci siano fatti degni di attenzione investigativa rimasti ancora sommersi.

Proponendo finte diagnosi, il medico avrebbe spaventato le pazienti causando uno choc per cui si sarebbero ulteriormente affidate a lui, finendo per subire abusi. Le indagini sarebbero scaturite dalla denuncia di una delle donne. Per il 65enne è scattato il divieto di esercizio della professione per 6 mesi.

Potrebbe interessarti