forte nevicata

L’Italia sta entrando nella fase cruciali della forte ondata di maltempo che l’ha colpita. Molte le zone montane che sono senza corrente e sommerse dalla neve.

La perturbazione atlantica ha raggiunto il suo picco massimo ed è stata diramata l’allerta per rischio idrogeologico rossa per Veneto, FVG ed Emilia Romagna e arancione per altre 8 regioni. A far paura è anche il Po, in Trentino Alto Adige è stato dichiarato lo stato di pre-allerta.

Maltempo: pre-allerta in Trentino Alto-Adige

È allerta arancione per il Trentino Alto- Adige, o allarme Bravo. La decisione è stata presa a seguito delle previsioni in merito alla forte perturbazione che si abbatterà sulla regione.

Previste nevicate sopra i 700 metri che potrebbero rendere ancora più difficile la viabilità. Sono già circa una settantina le strade interrotte a causa della neve, comprese quelle della Val Badia. Sotto controllo la situazione presso l’autostrada del Brennero. 

Alto anche il rischio di valanghe, caduta di alberi, massi, frane e smottamenti. C’è anche il rischio nuovi black-out.

Nel cuneese utenti senza elettricità 

Anche alcune zone del Piemonte sono state colpite da forti piogge e nevicate, causando danni ingenti.

Nel cuneese, sono molte le zone in cui non è presente corrente elettrica. La zona più colpita è quella detta della Granda, dove alle 18 erano ancora 12mila gli utenti senza corrente elettrica. 

Sale il livello di allerta

Un nuovo avviso diramato dalla protezione civile parla di allerta alta per rischio idrogeologico. Le regioni a rischio, oltre quelle sopracitate, sono Liguria e Sardegna, a causa dei forti temporali, ma anche Abruzzo, Molise, Marche, Campania, Calabria e Basilicata; regioni che saranno colpite da forti piogge nella giornata di domani.