macchina dei carabinieri

Alba di sangue a Milano, per un gravissimo incidente avvenuto intorno alle 4 all’incrocio tra via Emilia e viale Piceno. Coinvolti due uomini: una guardia giurata 30enne avrebbe travolto e ucciso un motociclista 65enne e, dopo aver capito la gravità della situazione, si sarebbe sparato alla testa.

Investe un motociclista e si spara

Drammatico incidente stradale a Milano, all’incrocio tra via Emilia e viale Piceno. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, un 30enne, guardia giurata alla guida della sua auto, si sarebbe suicidato dopo aver travolto e ucciso un 65enne.

Quest’ultimo, secondo quanto emerso, sarebbe stato investito mentre percorreva quel tratto in sella a una moto.

I soccorsi, seppur tempestivi, non sono serviti a scongiurare il peggio, e per entrambi la corsa in ospedale si è rivelata inutile.

Guardia giurata suicida con la pistola di ordinanza

Secondo le informazioni trapelate a margine della tragedia, il vigilante 30enne avrebbe deciso di togliersi la vita dopo aver capito la gravità dell’incidente.

Resosi conto delle condizioni del 65enne investito, avrebbe impugnato la pistola di ordinanza e si sarebbe sparato un colpo alla testa. Sul posto i sanitari del 118, polizia locale e carabinieri che ora indagano sull’accaduto al fine di accertare l’esatta dinamica dello schianto.

Al momento non si escluderebbe alcuna ipotesi, compresa quella che di una mancata precedenza. Il 30enne sarebbe sceso immediatamente dal veicolo per verificare come stava il centauro che aveva appena travolto, per poi decidere di farla finita.

Gli inquirenti stanno vagliando la presenza di eventuali testimoni oculari che possano fornire elementi fondamentali per la ricostruzione dell’incidente mortale.