auto polizia

Ha tentato di dar fuoco alla moglie dopo averle cosparso gli abiti di alcol, ma lei è riuscita a salvarsi. È successo alla periferia di Firenze, dove un 47enne è stato arrestato con l’accusa di tentate lesioni al culmine di un gesto che si sarebbe potuto tradurre in dramma. L’aggressione sarebbe maturata nel contesto di una lite coniugale, ma non sarebbe il primo episodio violento ai danni della donna, una 40enne.

Tenta di dar fuoco alla moglie

Così moriremo insieme“: sarebbero queste le sinistre parole pronunciate dal 47enne romeno arrestato dalla polizia a Firenze, durante l’aggressione ai danni della moglie 40, di origine kosovara, all’interno della loro abitazione.

Avrebbe cosparso la donna di alcol e avrebbe tentato di darle fuoco durante una violenta lite, i cui contorni sono ancora tutti da chiarire. I fatti si sono consumati in un alloggio di fortuna alla periferia della città, dimora che la coppia avrebbe ricavato tra gli ambienti di una ex fabbrica.

Stando a quanto finora ricostruito, l’uomo avrebbe minacciato di dare tutto alle fiamme per porre fine all’esistenza di entrambi, ma sono ignote le cause della lite che sarebbe scoppiata tra i due poco prima del folle proposito di morte.

La donna scampata all’aggressione

Secondo quanto riportato dall’Ansa, la donna sarebbe riuscita a mettersi in salvo con una fuga in strada, addosso ancora gli indumenti impregnati di liquido infiammabile.

Sul posto sono intervenuti Vigili del fuoco, polizia e 118. All’arrivo dei soccorritori e degli agenti, la donna indossava ancora il pigiama che l’uomo avrebbe cosparso d’alcol nel tentativo di bruciarla. La 40enne non avrebbe riportato lesioni, perché scampata alla furia del marito grazie alla pronta fuga.

Ma questo non sarebbe il primo episodio violento subito: in passato, il 47enne avrebbe tentato di far saltare in aria l’abitazione servendosi di alcune bombole di gas, e la donna avrebbe anche ricevuto minacce con un coltello.