balenottera in mare

Un mistero aleggia su Londra, nel giro di due mesi si sono verificati ben tre casi di balene spiaggiate sulle rive del Tamigi. Ultimo in ordine cronologico è l’esemplare trovato venerdì sotto il ponte Battersea.

Al momento gli esperti non sanno spiegarsi cosa possa aver causato le morti dei cetacei.

Balena morta nel Tamigi

Un esemplare di circa due metri e mezzo, queste le dimensioni del cetaceo trovato sulle rive del Tamigi a ridosso del ponte di Battersea, zona sud-ovest di Londra. Si tratta di una balenottera, a ritrovarla una motovedetta nella tarda serata di venerdì.

Al momento non sono chiare le cause del decesso dell’esemplare, i resti del cetaceo sono ora al vaglio degli esperi della Società zoologica di Londra.

La balenottera è stata fotografata da Gareth Mottram, che ha postato l’immagine shock su Instagram.

Il mistero della balenottera

Non è chiaro come l’esemplare animale sia arrivato fino a quel punto del Tamigi. Non è però la prima volta, questo il terzo caso in due mesi, dopo una megateri e un altro esemplare in via d’estizione ovvero la Balenottera Borealis spiaggiatasi nel mese di ottobre.

Secondo quanto riferisce il The Guardian, Rob Deaville, a capo del progetto d’indagine sui cetacei della Società Zoologica di Londra, afferma che è troppo presto per fare speculazioni prima di avere il responso dei vari esami previsti.

Le acque britanniche ricche di cetacei

Il Regno Unito vanta una vasta gamma di esemplari di cetacei nelle proprie acque. Si contano circa 22 specie, queste rappresentano un quarto del totale mondiale.